Motori 29 Agosto Ago 2014 1706 29 agosto 2014

Nuova smart risultati crash test

Porsi il problema della sicurezza è sempre doveroso per qualsiasi campo si tratti, riguardo alle auto è divenuto una scienza specialistica, che ha lo scopo di fornire ai costruttori regole e suggerimenti riguardo alla tecnologie da introdurre durante la costruzione. La Smart come le sorelle più grandi è sottoposta ai crash test previsti dai vari organi di sorveglianza, in particolare EU ed USA.

  • ...

Nuova smart crash test Porsi il problema della sicurezza è sempre doveroso per qualsiasi campo si tratti, riguardo alle auto è divenuto una scienza specialistica, che ha lo scopo di fornire ai costruttori regole e suggerimenti riguardo alla tecnologie da introdurre durante la costruzione. La Smart, come le sorelle più grandi, è sottoposta ai crash test previsti dai vari organi di sorveglianza, in particolare EU ed USA. Riguardo ai risultati EU eseguiti sulla prima generazione da parte di Euro NCAP  risalenti all'anno 2000, assegnavano solo tre stelle,soprattutto a causa del colpo delle ginocchia del conducente sul rigido supporto della plancia e all'eccessiva azione  della cintura di sicurezza sul torace. Le cose sono migliorate col tempo ed oggi i nuovi crash test hanno dato risultati migliori per l’introduzione di un nuovo sistema di airbags bilanciato e la modifica apportata alla rigidità della parte anteriore. I risultati USA  hanno dati buoni risultati per i test di crash frontale ma non altrettanto per quello laterale. Il tutto deve essere rapportato ai parametri in quanto le dimensioni della Smart non permettono ne riducono inevitabilmente la sicurezza oltre certi limiti meccanici. Comparata ad altre utilitarie le prove effettuate dall’autorità americana hanno dimostrato che la Smart ha capacità di “assorbimento” minori. I problemi maggiori riguardano il “ribaltamento” ed i danni indotti in quanto in alcune simulazioni si è dimostrato che i danni al passeggero possono essere molto gravi a causa di questo fattore.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso