Papa Francesco 140818202255
CALCIO E VALORI 1 Settembre Set 2014 1600 01 settembre 2014

Partita della pace, il papa: «Le religioni non veicolino l'odio»

All'Olimpico di Roma in campo Maradona, Totti e Del Piero.

  • ...

Papa Francesco.

Papa Francesco ha incontrato gli sportivi e i promotori della partita di calcio interreligiosa per la Pace, in programma la sera di lunedì 1 settembre a Roma allo stadio Olimpico. «Le religioni sono chiamate ad essere vincolo di pace, mai di odio», ha detto Francesco. L'incontro, con in campo campioni di livello mondiale in rappresentanza di diverse religioni , possa essere gesto di «una nuova era in cui i popoli non alzeranno più la spada l'uno contro l'altro», ha affermato ancora il pontefice.
MARADONA E BAGGIO TRA I 400 CALCIATORI INTERVENUTI. Alle oltre 400 le persone tra calciatori, ex calciatori e accompagnatori presenti nell'Aula Paolo VI in Vaticano (tra i presenti in sala, oltre a Diego Armando Maradona e Alex Del Piero, e il vice presidente dell'Inter, Javier Zanetti, promotore della Partita Interreligiosa della Pace, anche gli azzurri Buffon e Pirlo, gli ex rossoneri Shevchenko e Paolo Maldini, l'ex interista Cordoba, il giallorosso Nainggolan, e l'ex campione della Colombia Valderrama) il papa ha ricordato i valori dello sport come «lealtà, condivisione, accoglienza, dialogo, fiducia nell'altro». «Si tratta di valori che accomunano ogni persona a prescindere da cultura e credo religiosi».
PAPA: «SVILUPPAE LA CULTURA DELL'INCONTRO». «Vi ringrazio», ha detto Francesco nel corso dell'udienza, «perché avete prontamente aderito al mio desiderio di vedere campioni e allenatori di varie religioni confrontarsi in un evento basato sui valori dell'amicizia e della pace». «La partita», ha ricordato il pontefice, «sarà occasione per raccogliere fondi per progetti di solidarietà, ma soprattutto per riflettere sui valori della pacifica convivenza.
Bergoglio ha definito la partita che si disputerà questa sera allo stadio Olimpico «un gesto simbolico per costruire la cultura dell'incontro, perché credenti di fedi diverse, conservando la loro propria identità, possano convivere in armonia e nel reciproco rispetto». Secondo Francesco, «lo sport, e in particolare il calcio, è un fenomeno di grande incidenza nella società. La gente, i giovani hanno grande ammirazione per gli atleti: è importante dare l'esempio dentro e fuori dal campo. Lo sport è gioco, festa deve essere valorizzato con il recupero del senso della gratuità». «Potete rendere testimonianza in favore della pacifica convivenza civile e sociale», ha detto ancora agli atleti partecipanti: «Questa è la cultura dell'incontro».
FISCHIO D'INIZIO ALLE 20.40. Il fischio d'inizio della gara sarà dato alle 20.40 e a scendere in campo saranno due squadre composte da campioni di varie nazionalità e fedi religiose. È previsto che la cronaca dell'incontro sia trasmessa in diretta su Radio Vaticana.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso