Claudio Lotito 140906182408
CALCIO 6 Settembre Set 2014 1722 06 settembre 2014

Nazionale, polemiche per Lotito al San Nicola

Visto nei pressi dello spogliatoio. Lui: «Mio diritto seguire il gruppo».

  • ...

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito.

Imbarazzo e irritazione. La presenza di Claudio Lotito, presidente della Lazio e consigliere federale, nei pressi dello spogliatoio dello stadio San Nicola di Bari, dove la nuova Nazionale di Antonio Conte giovedì 4 settembre ha esordito nell'amichevole vinta contro l'Olanda, continua a suscitare polemiche. E la replica del diretto interessato, che ha dichiarato: «Mai entrato nello spogliatoio della Nazionale, né parlato con giocatori italiani o partecipato a pranzi con loro. E comunque, sono un consigliere del comitato di presidenza della Figc, ho pieno diritto di stare al seguito del gruppo».
MOLTI AZZURRI NON HANNO GRADITO. Una cosa però è sicura: molti azzurri non hanno gradito l'accompagnamento del principale sponsor del presidente Tavecchio, tant'è che uno di loro avrebbe dichiarato alla Gazzetta dello sport: «Ce lo ritrovavamo dappertutto». Il gruppo dei romanisti, in particolare (De Rossi, Astori, Florenzi e Destro), sarebbe stato quello più insofferente
BUFFON: «NESSUN FASTIDIO». Gigi Buffon, però, ha spezzato una lancia a favore di Lotito: «Situazioni simili ne ho già viste in precedenza e non mi davano nessun fastidio. Non vedo perché debba darmi fastidio adesso. Forse voi ve ne siete accorti solo adesso. Da giocatore il presidente Lotito l'ho visto spesso vicino alla Nazionale, anche in altre manifestazioni. Non è una persona che entra negli spogliatoi o che vive lo spogliatoio, ma è giusto che sia così e se sta vicino alla squadra non vedo cosa ci sia di male».
ORIALI: «NON HO SENTITO LAMENTELE». Sull'argomento è intervenuto anche Gabriele Oriali, team manager degli azzurri: «Non ho ricevuto lamentele da nessun giocatore. Siamo tutti concentrati su quello che dobbiamo fare. Da me non è venuto nessuno, non ho sentito nulla, nemmeno per interposta persona». Lo spogliatoio, in ogni caso, è «sacro: possono entrare solo persone con l'autorizzazione mia o di Conte, e io non ho ricevuto richieste in merito».

Correlati

Potresti esserti perso