Balotelli Fratello 140907224837
CALCIO 7 Settembre Set 2014 2259 07 settembre 2014

Razzismo: il fratello di Balotelli insultato in un derby bresciano di Eccellenza

I tifosi del Darfo Boario lo prendono di mira.

  • ...

Enock Baruawh, il fratello naturale di Mario Balotelli, che milita nel Vallecamonica, formazione bresciana impegnata nel campionato di Eccellenza, arrabbiato al termine della partita contro il Darfo Boario per gli insulti razzisti ricevuti ripetutamente dai tifosi della squadra avversaria.

Il razzismo italiano serpeggia anche nelle serie calcistiche minori. E ha colpito il familiare di un 'vip': Enoch Barwuah, fratello naturale di Mario Balotelli.
«Mi hanno insultato pesantemente e non capisco tanto accanimento», ha raccontato.
Il giocatore è stato preso di mira ripetutamente dai tifosi avversari nel corso della partita che ha giocato con la sua squadra.
DA UN ANNO NEL VALLECAMONICA. Enoch da un anno veste la maglia del Vallecamonica, formazione bresciana che milita nel campionato di Eccellenza.
Nel pomeriggio l'esordio in campionato contro il Darfo Boario, il primo storico derby tra squadre camune si è trasformato in un pomeriggio di insulti contro il fratello di Balotelli.
Per 75 minuti, tanto quanto è rimasto in campo prima di essere sostituito.
SOLO UNA CINQUANTINA DI PERSONE. Attaccante come SuperMario, Enoch ha rischiato di compromettere la propria gara proprio per quei cori partiti dalla curva di casa, dove sedevano una cinquantina di persone.
«Mi hanno detto negro di merda, fatto il verso della scimmia e hanno tirato in ballo anche mio fratello Mario», ha raccontato.

I tifosi del Darfo Boario. (Ansa)

«Sinceramente non ho capito tanto accanimento. A inizio partita ero nervoso perché i cori mi davano fastidio, ma poi ho fatto finta di non sentirli. Ho rischiato però di perdere la testa».
POTREBBE ANDARE IN INGHILTERRA. Il fratello di Balotelli, che potrebbe anche decidere di raggiungere SuperMario in Inghilterra per provare un'esperienza nel campionato inglese, non è la prima volta che subisce attacchi.
«Capita spesso e mi dicono sempre le stesse cose. Sempre i soliti stupidi insulti. Ormai me ne frego, ma mi danno molto fastidio».
«GLI STESSI CHE MI CHIEDONO DI MARIO». Questa volta è stato però più pesante di altre volte. «Tra l'altro le persone che mi insultavano sono le stesse che una volta fuori dallo stadio mi salutano e mi chiedono di mio fratello. È pazzesco», ha commentato.
NEI GUAI COI CARABINIERI NEL 2012. Enoch è già conosciuto alle cronache per aver insultato e colpito due carabinieri all'esterno di un locale bresciano. Vicenda, datata dicembre 2012, che si era conclusa con una condanna a quattro mesi.
«Succede spesso la domenica sui campi, anche se era da tempo che non venivo insultato così come contro il Darfo Boario. Gente che si comporta così non merita neanche che io perda tempo a ripensare a quanto mi hanno detto».

Correlati

Potresti esserti perso