Adrian Peterson 140913124903
SPORT & VIOLENZA 13 Settembre Set 2014 1245 13 settembre 2014

Adrian Peterson picchia il figlio con un ramo: arrestato

Il giocatore è accusato di lesioni colpose.

  • ...

Un'altra pagina nera per la Nfl, la lega professionistica statunitense di football.
Dopo Ray Rice, star dei Baltimore Ravens, licenziato in tronco dal suo team e sospeso a tempo indeterminato per aver picchiato la moglie, è il turno di Adrian Peterson.
Il running back dei Minnesota Vikings è accusato di aver picchiato il figlio di quattro anni con un ramo d'albero. Colpito da un mandato d'arresto, il legale Rusty Hardin ha fatto sapere che il giocatore si consegnerà spontaneamente alla polizia della contea di Montgomery (Texas).
Secondo l'emittente Sports Radio 610, Adrian Peterson avrebbe utilizzato un ramo per «sculacciare» il piccolo. Per tale comportamento, deve rispondere del reato di lesioni colpose.
PIENA COOPERAZIONE. «L'accusa fa seguito alla piena cooperazione garantita da Adrian alle autorità che si stanno occupando della vicenda», ha spiegato l'avvocato. «Adrian è un padre affettuoso che, da genitore, ha usato il suo giudizio per punire suo figlio. Ha usato con il suo bambino la stessa punizione che lui ha conosciuto crescendo nel Texas orientale. Adrian non ha mai negato l'accaduto e risponderà alle accuse con lo stesso rispetto e la stessa responsabilità dimostrati nei confronti dell'indagine sin dall'inizio». È importante ricordare, ha aggiunto il legale, «che non ha mai voluto provocare danni a suo figlio ed è profondamente addolorato per le lesioni» causate «in maniera non intenzionale».
In attesa che l'inchiesta proceda, la squadra dei Minnesota Vikings ha deciso di fermare il giocatore.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso