Motori 15 Settembre Set 2014 2103 15 settembre 2014

Come cambiare le marce con la moto

Guidare una moto è indubbiamente qualcosa di straordinario, ma tutto ciò richiede tanta esperienza e altro ancora. Soprattutto i giovani sognano di guidare una moto e di provare l’ebbrezza della guida, anche se è necessaria un’adeguata formazione per avere una guida sicura e priva di indecisioni.

  • ...

Moto Aprilia Guidare una moto è indubbiamente qualcosa di straordinario, ma tutto ciò richiede tanta esperienza e altro ancora. Soprattutto i giovani sognano di guidare una moto e di provare l’ebbrezza della guida, anche se è necessaria un’adeguata formazione per avere una guida sicura e priva di indecisioni. Adesso, vedremo brevemente dove sono sistemati in una normale motocicletta i comandi:

  • Frizione, solitamente è posizionata a livello del manubrio, a sinistra;
  • Freno anteriore, è posizionato a destra, a livello del manubrio;
  • Freno posteriore, situato a destra del motore, deve essere azionato con il piede;
  • Cambio, è sistemato a sinistra del motore. È opportuno ricordare che solitamente le marce devono essere inserite per mezzo di una pressione verso l’alto, con il collo del piede e verso il basso (usando la pianta del piede).
La guida di una motocicletta è tutta incentrata sull’equilibrio, se esso non vi manca allora siete a un buon punto. Il cambio delle marce è indubbiamente qualcosa simile ad un classico cambio sequenziale: premendo la leva del cambio in su, riuscite a salire di marcia. Se al contrario, schiacciate la leva del cambio verso il basso riuscirete a scalare di marcia. L’unica cosa da fare è quella di esercitare il piede e assumere una certa sensibilità (essa si acquisisce con la pratica e l’esperienza). La leva del cambio vi dirà qual è il punto d’arrivo (cioè quando dovete inserire una nuova marcia). Sentendo il motore capirete che marcia inserire.

Correlati

Potresti esserti perso