Motori 24 Settembre Set 2014 1856 24 settembre 2014

Quali sono danni della rottura cinghia di distribuzione auto

Indubbiamente in una normale vettura la cinghia di distribuzione è uno dei componenti più delicati e importanti per il motore. Vediamo, in sintesi, di spiegare brevemente come funziona. Il ruolo principale di tale organo è quello di fare una cosa estremamente importante: quella di sincronizzare i movimenti dell’albero motore con quello dello specifico albero a camme.

  • ...

Cinghia di distribuzione Indubbiamente in una normale vettura la cinghia di distribuzione è uno dei componenti più delicati e importanti per il motore. Vediamo, in sintesi, di spiegare come funziona. Il ruolo principale di tale organo è quello di fare una cosa estremamente importante: quella di sincronizzare i movimenti dell’albero motore con quello dello specifico albero a camme. L’albero a camme regola l’apertura e la chiusura delle valvole (il tutto avviene in modo molto preciso: la fasatura è precisa al millimetro). Tale fasatura è indispensabile per le varie fasi di aspirazione e di scarico; quest’ultime avvengono all’interno del gruppo termico del motore: cilindro, testata e pistone. Tanti automobilisti ignorano l’esistenza della cinghia di distribuzione della vettura e quindi non ne fanno una corretta manutenzione. In genere in una vettura la cinghia di distribuzione va cambiata ogni 80.000 – 90.000 km. Se la cinghia di distribuzione va fuori uso correte il rischio di danneggiare seriamente il motore della macchina e quindi di doverla buttare. Vediamo, ora, cosa provoca la rottura della cinghia di distribuzione di una vettura: avviene la piegatura delle valvole, il pistone si buca, l’albero a camme si incrina  e la testata si trova una valvola conficcata. Sono questi tutti danni irreparabili.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso