Motori 25 Settembre Set 2014 1736 25 settembre 2014

Come cambiare cinghia di distribuzione auto

La cinghia di distribuzione dell'auto può essere sostituita in seguito ad alcune problematiche particolari come: bassa tensione, distacco dei denti, fianco o dorso usurato, blocco componente rigido.

  • ...

La sostituzione della cinghia di distribuzione richiede una serie di passaggi delicati, che precludono una conoscenza approfondita dei motori. La cinghia di distribuzione dell'auto può essere sostituita in seguito ad alcune problematiche particolari come: bassa tensione, distacco dei denti, fianco o dorso usurato, blocco componente rigido. Generalmente tale sostituzione è prevista in base al piano di manutenzione stabilito dalla casa produttrice, e può esser effettuato al compimento dei 100.000 km. Per procedere alla sostituzione bisognerà munirsi di chiave inglese, chiave dinamometrica e cacciavite. E' consigliabile effettuare questo lavoro con il libretto di istruzioni a portata di mano, per effettuare al meglio il montaggio. Per prima cosa bisogna scollegare il cavo di massa dalla batteria ed il motore deve essere freddo. Per rimuovere la vecchia cinghia di distribuzione bisogna prima rimuovere una serie di componenti annesse come cinghia ausiliaria, pulegge, tubi flessibili; per poi allineare l'albero motore con l'albero di distribuzione, allentare fino a sfilare il cuscinetto tenditore ed infine la cinghia. Prima di rimontare la cinghia nuova è opportuno controllare che tutte le altre componenti siano in ottime condizioni per evitare di danneggiare la nuova cinghia. Per montare la nuova cinghia bisognerà procedere al contrario. Posizionare la nuova cinghia, prestando molta attenzione a non piegarla, per poi rimontare il cuscinetto tenditore e il cuscinetto fisso di guida, ed infine montare la nuova cinghia seguendo la direzione del senso di rotazione.

Correlati

Potresti esserti perso