Bonucci Juventus 141007163712
POLEMICA 7 Ottobre Ott 2014 1615 07 ottobre 2014

Juventus-Roma: Bonucci al veleno su Twitter: «Sciacquatevi la bocca»

Il difensore: «Conta solo vincere». Poi chiarisce. La Nazionale lo censura.

  • ...

La coda polemica dopo l'infuocato Juventus-Roma si prolunga sui social network e rischia pure di incrinare lo spogliatoio della Nazionale. Se l'operato del vituperato arbitro Rocchi era diventato persino oggetto di una interrogazione parlamentare e il tecnico romanista Garcia aveva definito la gara un spot contro il calcio italiano ad aggiungere ulteriore pepe alla controversia ci ha pensato il match winner in casa juventina.
«Sciacquatevi la bocca!!! Vincere è l'unica cosa che conta. Godo ancora», ha scritto su Twitter il difensore bianconero Leonardo Bonucci provando a «seppellire» le discussioni con un affondo duro, per motli inequivocabilmente indirizzato al capitano della Roma Francesco Totti e il suo acceso dopogara.


IL CHIARIMENTO: «NESSUN RIFERIMENTO AI TIFOSI ROMANISTI». Lo stesso Bonucci ha poi inteso chiarire come il riferimento del cinguettio non fossero i tifosi o i giocatori della Roma, e in conferenza stampa da Coverciano assieme al team manager della Nazionale Lele Oriali ha voluto chiarire le sue parole. «Non volevo offendere nessuno, nutro il massimo rispetto per la Roma: per i suoi tifosi e per i suoi giocatori», ha spiegato Bonucci.
LA CENSURA DI ORIALI: «USCITA IMPROVVIDA». «Quella di Bonucci è stata un'uscita improvvida», ha detto il team manager della Nazionale Lele Oriali. «I problemi devono rimanere fuori da Coverciano, la Nazionale deve unire e non dividere, c'è un regolamento ben preciso anche se non scritto. Il nostro ct è stato molto chiaro, dispiace dovere intervenire, Leonardo ha sbagliato e lo sa, lo ha ammesso e accettiamo le sue scuse, ma questo non deve più succedere perché ci sono delle regole che vanno rispettate». «Qui abbiamo la maglia di un colore unico», ha aggiunto Oriali, «se succederà di nuovo ci saranno conseguenze».
PALLOTTA: «DOVREMMO TUTTI CALMARCI UN PO'». A gettare acqua sul fuoco anche il presidente della Roma James Pallotta: «Dovremmo fare tutti un respiro profondo e calmarci un po'. Il calcio è un gioco che va a mille all'ora e a volte emergono errori e controversie: questo è un discorso valido per tutti», ha detto. «Lotteremo sempre per arrivare in alto. Cominciate ad abituarvi», ha aggiunto.

Correlati

Potresti esserti perso