Tacopina 141009152413
CALCIO 9 Ottobre Ott 2014 1525 09 ottobre 2014

Il Bologna è degli Usa, società a Joe Tacopina

Sì del cda all'offerta da 6 milioni e 300 mila euro dell'avvocato di New York.

  • ...

L'avvocato newyorkese Joe Tacopina, verso l'acquisto del Bologna calcio.

Il Bologna calcio potrebbe passare agli americani. Nella notte del 9 ottobre il consiglio d'amministrazione della società ha infatti deciso di accettare l'offerta arrivata dalla cordata americana guidata dall'avvocato Joe Tacopina. La società rossoblù ha quindi deciso di voltare le spalle alla proposta di acquisto avanzata da Massimo Zanetti, patron dell'azienda Segafredo e già presidente del Bologna 2010 al 2011, già socio di minoranza della società.
PIANO DI RILANCIO DELLA SOCIETÀ. Il cda del Bologna ha approvato la proposta di 6 milioni e 300 mila euro messi sul piatto da Tacopina, con il sì dei tre soci di minoranza, gli imprenditori Rimondi, Romani e Calzolari, l'astensione dell'attuale presidente Guaraldi e dell'avvocato Serafini; assente, invece, il presidente onorario Gianni Morandi. Secondo i giornali locali, la cordata statunitense si sarebbe impegnata a sottoscrivere l'aumento di capitale, acquistare le azioni della società controllante e liquidare i soci. Inoltre sarebbe previsto un piano di rilancio della società.
«IL 15 OTTOBRE SARÀ UFFICIALE». «Il nostro gruppo è stato entusiasta nell'apprendere ieri sera la decisione del Consiglio di amministrazione del Bologna Fc ieri di accettare la nostra offerta per l'acquisto della società», ha dichiarato in una nota l'avvocato newyorkese. «Siamo onorati di diventare i prossimi proprietari di questo storico club. Vogliamo esprimere la nostra enorme gratitudine», ha continuato Tacopina «ai rappresentanti del comune, tra cui il sindaco Merola e l'Assessore allo sport Rizzo Nervo e agli incredibili tifosi del Bologna, che ci hanno dimostrato grande sostegno durante l'intera trattativa». «Continueremo a lavorare con il cda e i rappresentanti del club», ha poi concluso l'avvocato, «per chiudere ufficialmente questa operazione mercoledì 15 ottobre, data in cui forniremo ulteriori aggiornamenti riguardanti l'intera transizione».

Correlati

Potresti esserti perso