Motori 11 Ottobre Ott 2014 1054 11 ottobre 2014

Modulo autocertificazione mancato pagamento pedaggio autostradale

Sulle autostrade italiane vige l’obbligo di pagamento del pedaggio, quando quest’ultimo non viene corrisposto viene emesso uno scontrino attestante il mancato pagamento

  • ...

Il mancato pagamento del pedaggio può essere accertato e/o corretto dall'automobilista con un modulo di autocertificazione Sulle autostrade italiane vige l’obbligo di pagamento del pedaggio, quando quest’ultimo non viene corrisposto – interamente o in parte, sia su pista automatica (Telepass, ViaCard) o in pista manuale (contanti presso operatore) – viene emesso uno scontrino attestante il mancato pagamento. La procedura per passaggio su pista automatica prevede il rilascio di un “attestato di transito presso la porta self-service”, mentre per la pista gestita da operatore viene rilasciato un modulo di mancato pagamento. Su ogni scontrino o Rapporto di Mancato Pagamento sono riportati i dati del veicolo (classe e targa), i dati di transito (data, ora, casello di entrata) e importo da pagare. Alla consegna del rapporto, il pagamento dell’importo dovuto deve essere corrisposto – senza maggiorazioni – entro 15 giorni dalla data del transito. L’automobilista che non possiede il biglietto di ingresso perché è stato smarrito o non ritirato al casello di entrata dovrà corrispondere un pedaggio che per legge è calcolato sul casello di entrata più lontano; tuttavia l’automobilista può esibire prova del reale casello di ingresso tramite un’autocertificazione da effettuarsi sia online che tramite il modulo di autocertificazione da compilare, firmare e inviare a:

  • EssediEsse Spa, società del Gruppo Autostrade delegata all'attività di recupero crediti da pedaggio, via posta ordinaria alla C.P. 2077 Firenze Succ.le 39 50123 Firenze; oppure
  • via FAX al numero 055.4202505. EssediEsse SpA provvederà ad inviare un bollettino di pagamento con importo del pedaggio ricalcolato dal casello di entrata dichiarato. Il bollettino potrà essere pagato online, presso i Punto Blu delle Società concessionarie o presso gli Uffici Postali; oppure
  • riconsegnato direttamente ad uno dei Punto Blu delle Società concessionarie, pagando contestualmente il pedaggio dal casello dichiarato.
L’autocertificazione è accettata dall’ente ai sensi del DPR 445/2000, tuttavia l’ente può svolgere controlli sulla veridicità della dichiarazione. Per gli automobilisti in possesso di un sollecito di pagamento e del rapporto di mancato pagamento possono contattare la società EssediEsse S.p.A. tramite un FORM/modulo per ricevere assistenza.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso