Marcello Nicchi Arbitri 141013154341
POLEMICA 13 Ottobre Ott 2014 1544 13 ottobre 2014

Calcio, Nicchi: «L'arbitro Rocchi non ha sbagliato»

Juve-Roma, il presidente dell'Aia: «No alla sospensione, è uno dei migliori».

  • ...

Marcello Nicchi, presidente dell'Associazione italiana arbitri.

Secondo il presidente dell'Associazione italiana arbitri (Aia) l'arbitro Gianluca Rocchi non ha fatto errori durante il contestatissimo match di campionato tra Juventus e Roma del 5 ottobre 2014, finito 3 a 2 per i bianconeri. «Dal punto di vista affettivo», ha dichiarato Marcello Nicchi ai microfoni di Radio Anch'io, «per me l'arbitro Rocchi non dovrebbe restare fermo. Questa decisione, tuttavia, tocca al designatore», ha aggiunto, parlando della probabile sospensione di Rocchi per due turni di campionato a causa dei presunti errori arbitrali di cui sarebbe stato colpevole.
«RIDICOLO DUBITARE DELLE SUE CAPACITÀ». «Io sono tranquillo», ha proseguito, «Rocchi è tranquillo, si sta allenando e, ad oggi, le immagini direbbero che non ha sbagliato niente in Juve-Roma. Dubbi? Quando l'arbitro prende una decisione è certo, poi deve andare avanti con le proprie certezze. Tutti sanno che Rocchi è uno dei primi cinque arbitri europei», ha poi aggiunto Nicchi. «In un altro Paese non si sarebbe probabilmente neppure parlato del suo arbitraggio. Se mettiamo in dubbio le capacità di Rocchi, cadiamo nel ridicolo: bisogna accettare con più serenità gli errori di arbitri e giocatori».
«NESSUN FARDELLO DA CALCIOPOLI». «Quando dei professionisti gestiscono uno spettacolo visto da tutti», ha continuato il presidente dell'Aia, «bisogna avere comportamenti consoni. Rocchi dirà cos'ha provato, vissuto e sperimentato, in un'intervista che abbiamo già concordato». In merito al rapporto con Juventus e Roma, Nicchi ha affermato che «gli arbitri vanno in campo senza preconcetti, lo stesso avverrà nelle partite di queste due squadre. Ma è importante che i protagonisti non li mettano in difficoltà. Non c'è nessun fardello che ci portiamo dietro da Calciopoli, questi sono nuovi dirigenti e abbiamo fatto tesoro degli errori del passato».

Correlati

Potresti esserti perso