Motori 14 Ottobre Ott 2014 0900 14 ottobre 2014

Ibride con la spina

Dalle compatte ai suv senza tralasciare supersportive e berline, sono numerosi i modelli entrati nel segmento dell’ibrido elettrico plug-in.

  • ...

Sono molti oggi i modelli di auto a propulsione ibrida plug-in. In attesa del boom delle automobili elettriche, quelle a propulsione ibrida plug-in, cioè con batterie ricaricabili anche senza l’ausilio del motore a combustione interna, rappresentano un’alternativa appetibile per il comparto della mobilità alternativa. I nuovi veicoli ibridi coniugano tre elementi essenziali: autonomia reale vicina ai mille km; batterie ricaricabili da qualunque presa domestica, che generano un’autonomia tra i 50 e i 100 km in modalità elettrica; potenza a fronte di consumi sostenibili. GiornaleMotori.it ha individuato i modelli più performanti appena sbarcati sul mercato. TECNOLOGIA GEMELLA PER AUDI E GOLF Nel segmento delle Gran Turismo spiccano l'Audi A3 e-tron Sportback e la Volkswagen Golf plug-in hybrid. La prima unisce il 1.4 TFSI benzina da 150 cavalli a un motore elettrico da 75 kW posizionato all’interno del cambio automatico a sei rapporti. Le batterie agli ioni di litio hanno una capacità di 8,8 chilowattora e garantiscono un’autonomia elettrica fino a 50 km, mentre quella totale, batterie più serbatoio di benzina, è di 940 km. Grazie alla trazione elettrica l’Audi A3 Sportback e-tron si ricarica in poco meno di due ore e mezza, con carica batterie compatibile anche con le prese domestiche o industriali. La Golf GTE ibrida plug-in, dove la "E" della sigla sta per Electrical ed Economy, vanta un motore turbo a iniezione diretta 1.4 TSI capace di erogare 150 cv accoppiato all'elettrico da 102 cv, con il risultato di avere 204 cv quando si schiaccia il piede sull'acceleratore. Può viaggiare a zero emissioni per circa 50 km, raggiungendo una velocità massima di 130 km/h, dopo che la batteria da 8,7 kWh è stata ricaricata da una normale presa di corrente (per poco meno di 4 ore), oppure da una wall box o da una colonnina pubblica (per 2 ore e un quarto). PRIMO SUV BY MITSUBISHI Ci ha pesato Mitsubishi a ideare Outlander Phev, il primo suv a livello mondiale che monta tre motori (un motore a benzina 2.0 da 121 cv e due motori elettrici da 60 kW ciascuno) abbinati a una batteria agli ioni di litio (12 kWh). Sono possibili diverse modalità di guida 4WD: Ev mode (completamente elettrica), Series hybrid mode (motore a benzina che ricarica la batteria) e Parallel hybrid mode (motore a benzina e motori elettrici che lavorano insieme). Quanto alla ricarica basta una normale presa elettrica. Il prezzo è accessibile, si aggira sui 40mila euro. [gn_jcarousel source="cat=%blog%" ] VOLVO V60, 5 ANNI DI GARANZIA PER LA BATTERIA Per lanciarla la casa svedese ha puntato sui numeri. Da 0 a 100 km in 6,1 secondi, 5 anni di garanzia per la batteria, fino a 900 km di autonomia complessiva e 3 ore e mezzo per una ricarica completa: sono queste le caratteristiche principali della prima diesel plug-in ibrida al mondo. Il tutto senza lasciare indietro la sicurezza, infatti Volvo V60 Diesel plug-in hybrid si è aggiudicata 5 stelle, il punteggio più alto mai assegnato a un’auto elettrica nell’ambito dei test Euro NCAP. Per portarla a casa servono circa 60 mila euro. BMW SUPERSPORTIVA E GREEN La BMW i8 è innovativa perché è la prima auto sportiva con consumi ed emissioni di un'utilitaria. Il motore elettrico da 96 kW (131 cv) è collocato sull'assale anteriore, mentre sull'assale posteriore c’è il motore a benzina a 3 cilindri BMW TwinPower Turbo da 1,5 l, con una potenza di 170 kW (231 cv) e una coppia fino a 320 Nm. I due motori accelerano la BMW i8 da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi, con un consumo di appena 2,1 litri ogni 100 km ed emissioni di CO2 di soli 49 g/km. L’auto può essere ricaricata a casa con la wall box, con il tradizionale cavo di ricarica, oppure su richiesta è possibile utilizzare l'energia generata in modo sostenibile tramite le soluzioni di BMW Green energy. Il costo? A partire da 127mila euro. MERCEDES, BERLINA DI LUSSO Si chiama Mercedes S500 plug-in hybrid l'auto che sposa innovazione ed eleganza. Le emissioni di CO2 sono di 65 g/km e i consumi medi di 2,8 L/100 km, numeri molto bassi considerando i 2.215 kg di massa complessiva. Eppure, la potenza è alta con 442 cv e 650 Nm, in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi, fermandosi a 250 km/h perché autolimitata. Alla guida la S 500 Plug-in sorprende per la leggerezza con cui si muove, merito dello sterzo ad assistenza e rapporto variabile, del cambio automatico 7G-Tronic Plus e delle sospensioni elettroniche Airmatic. I tempi di ricarica sono tradizionali, meno di 4 ore sfruttando la rete elettrica domestica, che si abbassano a meno di 3 da una wall box. Il prezzo non stupisce, parte da 108 mila euro.

Correlati

Potresti esserti perso