Motori 23 Ottobre Ott 2014 1829 23 ottobre 2014

Delega per guidare auto altrui in Italia

Se ci si deve recare all'estero mettendosi alla guida di un veicolo non di proprietà, è necessario in molti casi munirsi di una delega scritta.

  • ...

Delega guidare auto altrui in Italia Se ci si deve recare all'estero mettendosi alla guida di un veicolo non di proprietà, è necessario in molti casi munirsi di una delega scritta. Se si viaggia verso Paesi non appartenenti alla Comunità Europea, tale delega deve essere autenticata da un notaio; altrimenti va bene che sia redatta anche in carta semplice. Viceversa, se si viaggia all'interno dei confini nazionali con un'auto altrui, non è necessario munirsi di nessuna delega. Il proprietario del veicolo però deve essere consapevole del fatto che poterebbe essere considerato responsabili di eventuali infrazioni commesse da chi guida la sua macchina. L'unico caso in cui è necessaria una dichiarazione scritta, se si guida un'automobile non di proprietà, per oltre trenta giorni, è quando tale status viene ratificato da un atto. Vale a dire, solo nel caso in cui il veicolo in questione sia stato noleggiato, o se è preso in comodato d'uso.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso