Gervinho Tiro Contrastato 141025232031
ANTICIPO 25 Ottobre Ott 2014 2320 25 ottobre 2014

Serie A, Sampdoria-Roma 0-0

A Marassi pareggio a reti inviolate. Palo di Gervinho. E doriani ancora imbattuti.

  • ...

Un duello a centrocampo tra Radja Nainggolan e Angelo Palombo.

Le scorie dell'umiliante tracollo col Bayern Monaco non sono ancora state smaltite dalla Roma di Rudi Garcia, costretta ad accontentarsi dello 0-0 nel fortino, oramai inespugnabile, di una Sampdoria ancora imbattuta dopo otto turni di campionnato.
A Marassi i giallorossi sono stati obbligati a frenare la loro rincorsa alla Juventus da una squadra, quella blucerchiata, generosa e sempre corta, ma ancora incapace di mantenere la lucidità necessaria per sconfiggere una grande. Accade così che la cronaca della partita sia una cronaca di difficoltà, da una parte e dall'altra.
LA ROMA PARTE FORTE. La Roma ha provato ad alzare subito la temperatura, con Totti che ha innescato Gervinho già al 5'. L'ivoriano non ha concretizzato e al 7' è stata la Samp che a rendersi pericolosa con un calcio piazzato di Soriano, che però non ha impensierito De Sanctis. Eder ci ha provato, favorito da una bella palla servita da Soriano. Il brasiliano ha provato ad anticipare l'estremo difensore giallorosso, ma il pallonetto è risultato troppo debole.
DUBBIO OFFSIDE FISCHIATO A LJAJIC. Al 25' Rizzoli ha fermato Ljajic lanciato in porta per un fuorigioco molto dubbio, ma il primo brivido vero è arrivato al 30' con il solito Gervinho, il migliore in campo per la Roma, che si è liberato facilmente di Gastaldello prima e di Romero poi. A porta vuota l'ivoriano ha timbrato il palo
I DORIANI PECCANO DI LUCIDITÀ. Primo tempo molto equilibrato, con continui rovesciamenti di fronte per una partita però appena appena godibile. Roma troppo contratta rispetto a una Samp più fluida, ma meno lucida. Entrambe le squadre sono però risultate penalizzate dalle pessime condizioni del campo. I primi minuti del secondo tempo hanno avuto l'impronta della Roma di Garcia: proiettati in avanti, i giallorossi si sono affidati al pié veloce Gervinho, spostato a destra, che con una ripartenza spettacolare ha costretto Romero a riparare in corner. Dopo Gabbiadini, che si è visto annullare un gol per palese fuorigioco, è toccato a Soriano tentare di violare la porta giallorossa, ma De Sanctis ha respinto, Obiang ha cercato di ribattere, in rete ma il tiro è stato troppo debole e De Sanctis ha salvato facilmente.
GASTALDELLO SI DIVORA IL VANTAGGIO. La Roma si è ripresa la palla, al 23' ci ha provato Astori di testa, ma Romero ha bloccato senza difficoltà. Ha risposto la Samp sulla rimessa, ma Gastaldello, al 25', si è mangiato un gol facile facile. La Roma ha sofferto le palle inattive, Gastaldello è scappato a Nainngolan e ha sbucciato il pallone davanti a De Sanctis. Roma ancora in avanti e Romero si è superato, murando uno splendido colpo di testa di Florenzi. Quando mancava una manciata di minuti al triplice fischio, la Roma si è proiettata tutta nell'area blucerchiata, ma non ha avuto la forza psicologica di incidere. Entrambe le squadre hanno stretto i denti e la partita è finita con un pari che davvero non ha accontentato nessuno.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso