Motori 30 Ottobre Ott 2014 1139 30 ottobre 2014

Come controllare liquido radiatore dell’auto

Nella manutenzione di un’auto occorre controllare alcuni parametri tra cui il livello del liquido di raffreddamento nel radiatore. Si tratta di un liquido particolare

  • ...

Il controllo del liquido del radiatore si effettua una volta al mese Nella manutenzione di un’auto occorre controllare alcuni parametri tra cui il livello del liquido di raffreddamento nel radiatore. Si tratta di un liquido particolare che non si congela a 0° e non va in ebollizione a 100°. Nelle vetture di nuova generazione, il circuito di raffreddamento è a circolo chiuso e serve ad abbassare la temperatura del motore che altrimenti si surriscalda quando in moto. La vaschetta contenente il liquido è collegata al radiatore – parte principale dell’impianto, dalla tipica struttura a nido d’ape, e che si trova quasi sempre sul davanti dell’auto – tramite un tubo di gomma resistente che permette al liquido in pressione di circolare, andare nel motore e raffreddarlo. Lo stesso liquido viene impiegato – passando in un piccolo radiatore sul retro del cruscotto – per il sistema di condizionamento dell’abitacolo. Per la sua funzione, il liquido del radiatore deve essere controllato, in media, ogni mese (alcune vetture hanno una spia che avverte della mancanza di liquido). Come si controlla il liquido del radiatore, dunque? La procedura è ben descritta nei manuali di istruzione delle vetture, ma la cosa importante è che si utilizzi sempre lo stesso liquido raccomandato, poiché ve ne sono di diversi tipi (blu, rosa e arancioni) in base alle vetture (benzina, diesel, GPL). Per controllare il livello del liquido del radiatore occorre posizionare la vettura in piano e in piena luce (aiutarsi con una torcia, eventualmente) e svolgere il controllo a motore freddo per evitare ustioni. Alzare il cofano e individuare il radiatore. Sul serbatoio del radiatore sono incise delle tacche che indicano il livello minimo e massimo del liquido (in base al materiale impiegato per la costruzione della vaschetta, è possibile controllare il livello esternamente). Nel caso non fosse possibile il controllo a “vista”, ci si basa dal tappo del serbatoio e con l’aiuto di una torcia si guarda all’interno e dando dei piccoli colpi per far muovere il liquido si verifica l’altezza del livello:

  • se il liquido supera la tacca di livello massimo è opportuno rimuovere l’eccesso;
  • se il liquido si trova tra la tacca di livello massimo e metà serbatoio, va bene e non occorre aggiungerne altro;
  • se il liquido si trova a metà serbatoio, occorre rabboccare;
  • se il liquido si trova al di sotto della tacca di livello minimo, occorre aggiungere liquido nuovo fino alla tacca che segna il livello massimo.
Se il liquido del radiatore si consuma velocemente, potrebbero esserci delle perdite e occorre far controllare la vettura il prima possibile.

Correlati

Potresti esserti perso