Motori 2 Novembre Nov 2014 1659 02 novembre 2014

Costo assicurazione auto in Belgio

L’RCA auto in Italia costa ben al di sopra della media europea, pertanto è possibile rivolgersi ad una compagnia di diritto non italiano per assicurare la propria vettura

  • ...

è possibile stipulare una polizza RCA in Belgio che garantisce una copertura anche in Italia L’RCA auto in Italia costa ben al di sopra della media europea, pertanto è possibile rivolgersi ad una compagnia di diritto non italiano per assicurare la propria vettura, in sostanza un residente in Italia può assicurare una vettura Italiana con una assicurazione estera. Affinché la polizza sia valida, la compagnia deve essere autorizzata ad operare sul territorio Italiano ed essere presente nella lista dell’IVASS (ex ISVAP - Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni). I cittadini europei possono stipulare polizze assicurative in qualsiasi paese UE e la copertura è valida in tutta la UE. Allo stesso modo, una RCA italiana è valida per circolare in un altro stato UE. Il costo dell’assicurazione auto in Belgio è calcolato in base alla compagnia assicuratrice scelta, all’età del conducente, la potenza del veicolo e la storia automobilistica dell’assicurato. L’assicurazione copre i danni causati a terzi di natura fisica, materiale o morale; non copre i danni subiti dal proprio veicolo se in difetto, in questo caso è necessario sottoscrivere un’assicurazione complementare, detta “omnium”, ma non è obbligatoria. Se il veicolo subisce modifiche sostanziali, è necessario comunicarlo all’assicuratore oltre ché modificare la carta di circolazione. Dal punto di vista assicurativo, quindi, per circolare regolarmente in Italia sono contemplate le seguenti possibilità: 1) stipulare un contratto con una compagnia italiana o estera autorizzata ad esercitare l’RCA in Italia; 2) circolare con veicolo con targa appartenente ad uno stato dell’Unione Europea diverso dall’Italia o uno Stato SEE (Spazio Economico Europeo) la cui regolarità è data dalla targa; 3) circolare con un veicolo con targa di altri stati europei che abbiano aderito all’accordo di “non controllo” dell’assicurazione dei veicoli immatricolati; 4) stipulare un contratto di carta verde, valida solamente per i veicoli non immatricolati in Italia; 5) stipulare un contratto di polizza di frontiera, anche questo valido solamente per i veicoli non immatricolati in Italia. Al di fuori di questi casi si incorre nella violazione di cui all’art. 193 del codice della strada. I paesi firmatari della Convenzione multilaterale di garanzia che prevede il “non controllo della copertura assicurativa” – in caso di sinistri – siglata a Madrid il 15 marzo 1991 sono: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Andorra, Croazia, Svizzera, Isole Farøe, Principato di Monaco, Gibilterra, Isola di Man, Isole della Manica, Ceuta e Melilla, Liechtenstein.

Correlati

Potresti esserti perso