GUAI IN VISTA 5 Novembre Nov 2014 1757 05 novembre 2014

Brasile, Adriano accusato di traffico di droga

L'ex attaccante interista rischia 25 anni di carcere. Nel mirino i suoi legami con un narcotrafficante.

  • ...

Problemi con la giustizia brasiliana per Adriano.
L'ex Imperatore interista è stato accusato da un magistrato di «traffico di droga e falsificazione di documenti»: lo ha rivelato la stampa locale, precisando che l'accusa si basa sull'acquisto fatto nel 2007 da parte dell'ex attaccante di Parma e Roma di una moto poi donata a Paulo de Souza Paz, detto 'Mica', noto narcotrafficante della favela di Vila Cruzeiro, a Rio de Janeiro. La denuncia e la richiesta di misure cautelari, tra cui il ritiro del passaporto, è destinata a essere esaminata nei prossimi giorni dalla 29esima sezione del tribunale di Rio.
RISCHIA 25 ANNI DI CARCERE. In caso di colpevolezza, Adriano rischia fino a 25 anni di carcere.
Per il magistrato, quella moto fu intestata alla madre di 'Mica' per cercare di occultare un presunto accordo tra Adriano e il narcotrafficante, che necessitava di un mezzo veloce per poter pattugliare la favela e muoversi al di fuori di essa senza destare sospetto.
RIENTRO IN BRASILE. Dopo l'accusa, resa nota dall'emittente Espn e confermata da fonti giudiziarie, Adriano è rientrato a Rio dalla Francia, dove si trovava per trattare l'ingaggio con il Le Havre, club della serie B transalpina. L'attaccante, 32 anni, si trova ora nella metropoli carioca, ma i suoi avvocati, secondo quanto hanno rivelato i media locali, gli hanno consigliato di non fare dichiarazioni sulla vicenda.

Correlati

Potresti esserti perso