Motori 16 Novembre Nov 2014 1150 16 novembre 2014

Come accendere moto a spinta

L’accensione di una moto a spinta è il metodo più utilizzato dai motociclisti per avviare una moto quando la batteria è scarica o vi sono problemi al sistema di benzina

  • ...

La partenza della moto a spinta in discesa è notevolmente facilitata L’accensione di una moto a spinta è il metodo più utilizzato dai motociclisti per avviare una moto quando la batteria è scarica o vi sono problemi al sistema di benzina. In entrambi i casi, è necessario recarsi  dal meccanico, tuttavia è ancora possibile mettere in moto e cercare di caricare un po’ la batteria. Ecco i passaggi per procedere all’avvio a spinta della moto:

  • Verificare che non vi siano altre cause banali che impediscono l’avvio come per esempio, il cavalletto abbassato, la mancanza di benzina nel serbatoio, marcia in folle, blocco motore inserito o valvola di sfogo (nelle moto più vecchie) inserita.
  • L’avvio a spinta richiede una marcia bassa, per cui inserire la prima o la seconda in base ai modelli. Se la moto è in folle (cioè si muove in avanti senza tirare la frizione) inserire la marcia. Nelle moto a trasmissione manuale, occorre premere con il piede la pedana del cambio una volta; per inserire la seconda, tirare la frizione e spostare verso l’alto la pedana del cambio.
  • Con la frizione tirata, cominciare a spingere, per questa manovra è necessario avere molto spazio davanti a se e lateralmente per riuscire ad avere un pronto controllo della moto. Affinché la moto si accenda è necessario riuscire a raggiungere almeno gli 8 km/h. Se possibile, la manovra riesce meglio in discesa, ma in questo caso, piuttosto che spingere e correre accanto alla moto e bene montare in sella per un maggior controllo del veicolo in partenza. Per le moto pesanti, la discesa contribuisce ad “alleggerire” il peso, ma attenzione: maggiore è la velocità che si raggiunge, più alta è la marcia da inserire.
  • Una volta acquistata velocità, rilasciare la frizione e inserire lo starter, dare gas e appena la moto parte, tirare la frizione per evitare che sfugga al controllo.
  • Alzare i giri del motore appena la moto è in funzione per evitare che si spenga di nuovo a bassi regimi. Con la frizione inserita, dare gas e non lasciare che si spenga di nuovo, in questo modo si carica anche un po’ la batteria.
  • Fare un giro. Quando la moto parte è difficile che si spenga di nuovo (almeno ché non si faccia un errore e la si mandi in stallo), per cui è bene fare un giro per ripristinare il livello di energia elettrica nella batteria ed evitare una nuova ripartenza a spinta, salvo constatare che il problema sia proprio la batteria scarica per cui è richiesta la sostituzione.

Correlati

Potresti esserti perso