Motori 21 Novembre Nov 2014 0705 21 novembre 2014

Come diventare pilota rally

Assieme alla Formula 1, rappresenta la massima competizione sportiva per un pilota automobilistico e già il solo parteciparvi fornisce prestigio.

  • ...
Pilota rally

Assieme alla Formula 1, rappresenta la massima competizione sportiva per un pilota automobilistico e già il solo parteciparvi fornisce prestigio. Parliamo del Rally, una disciplina sportiva che, a differenza della Formula 1, non si disputa su circuiti chiusi e con fondo asfaltato, bensì su tracciati "aperti", in tutte le condizioni climatiche e tutti i tipi di fondi stradali (dalla neve alla sabbia).

Ma cosa si deve fare per poter diventare pilota di Rally e poter partecipare alle sue competizioni? Innanzitutto, bisogna possedere una licenza sportiva ACI/CSAI rilasciata appunto dall'Automobil Club Italiano. Questa si ottiene a seguito di accertamenti di tipo sanitario, di un corso teorico frequentato (sempre CSAI), del pagamento di una tassa che varia in base al tipo di licenza che si vuol conseguire e delle competizioni a cui si vuole partecipare. Fatto tutto questo, si potrà ottenere la licenza C. Poi, anche in base ai risultati sportivi ottenuti, si potrà aspirare a quella C/R internazionale, che consente di partecipare ai Rallies veri e propri, anche esteri. Inoltre, la licenza C/R si può ottenere soltanto se già se ne possiede un'altra di grado inferiore. Infine, la licenza ottenuta si deve poi rinnovare ogni anno, effettuando nuovamente controlli medici e versamenti.

Correlati

Potresti esserti perso