Roma Adem Ljajic 141206202537
CALCIO 6 Dicembre Dic 2014 2010 06 dicembre 2014

Serie A, Roma-Sassuolo 2-2

I giallorossi in dieci (espulso De Rossi) rimontano la doppietta di Zaza con Ljajic. La Juve resta a +3. Torino-Palermo 2-2.

  • ...

L'attaccante della Roma Adem Ljajic dopo aver segnato la rete del 2-2 col Sassuolo.

Altro pressione sulla Juve, la Roma agguanta il Sassuolo in extremis e mantiene invariato il ritardo dalla capolista in una gara dove l'orgoglio ha pareggiato le amnesie e alla fine un punto colto in 10 al 93' diventa oro colato.
Garcia deve accendere un cero ad Adem Ljajic, a settembre scivolato nel dimenticatoio e oggi uomo imprescindibile nell'attacco giallorosso, autore della decisiva doppietta che alla fine ha pareggiato i piatti della bilancia col doppio graffio iniziale dello juventino in pectore Simone Zaza.
LA ROMA ZOPPICA COME STROOTMAN. La Roma della prima frazione zoppica come Kevin Strootman, rilanciato in mediana dal primo minuto dopo il lungo stop per l'infortunio al ginocchio ma ancora in palese deficit di condizione, anche se l'errore da matita rossa lo commette Morgan De Sanctis quando al 16' si fa scippare da Zaza un comodo rinvio e il contrasto si trasforma nel vantaggio ospite.
DE SANCTIS PASTICCIA, ZAZA SPIETATO. Più che un episodio è l'inizio di una salita ancora lunga, visto che due minuti dopo il Sassuolo raddoppia. Il centrocampo della Roma scricchiola come si diceva, complice il turnover attuato vista della sfida di Champions contro il Manchester City, e gli ospiti prendono campo fino al lancio di Missiroli per Zaza che (complice il fuorigioco sbagliato da Yanga-Mbiwa) va dentro per la seconda volta e brucia De Sanctis. Per gli emiliani è un paradiso inatteso, per i giallorossi un inferno dantesco.
Allora la Roma si riversa nella metà campo avversaria, più di rabbia che di testa. Consigli dice no a Ljajic, la traversa nega il gol a Holebas, Destro spreca l'occasione giusta per riaprire i giochi.
DOPPIO 'AIUTINO'. Nemmeno i cambi sono vitamina sufficiente per l'undici di Garcia (Nainggolan e Gervinho al posto di Strootman e Iturbe) dopo l'ennesimo schiaffo della serata: il secondo giallo di De Rossi, costretto al fallo per non mandare Berardi in porta da solo. Così l'ossigeno passa attraverso due episodi destinati a far discutere. E prima l'arbitro Irrati di Pistoia fischia un fallo di mani in area a Vrsaliko poi giudica regolare la posizione di partenza di Florenzi: due rigori (uno da fermo e uno in movimento) che Ljajic trasforma in rimonta.
Una fiammata però che sa di occasione sprecata.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso