Ecclestone 140425002440
FORMULA UNO 8 Dicembre Dic 2014 1315 08 dicembre 2014

Formula Uno, Ecclestone: «Deluso da Vettel e Alonso»

Le pagelle alla stagione 2014: «Dominio Mercedes, mi aspettavo di più da Ferrari e Red Bull».

  • ...

Bernie Ecclestone, patron della Formula 1.

Bernie Ecclestone ha dato le sue pagelle al mondiale di Formula Uno appena concluso. E si è detto «deluso». Da due piloti e da altrettanti team. Gli interessati sono Sebastian Vettel, Fernando Alonso, Ferrari e Red Bull.
Nei giudizi di Ecclestone, le insufficienze sono andare ai due ex campioni del mondo, che insieme hanno conquistato sei titoli, e alle due scuderie che hanno archiviato una stagione senza onori particolari.
«VETTEL UOMO SCONFITTO». La nota peggiore è stata quella attribuita a Vettel: Ecclestone, nella review ufficiale della stagione 2014 riportata dal magazine Autosport, ha detto che il pilota «si sta comportando come un uomo sconfitto. Io sono un super tifoso di Sebastian, ma sono un po' deluso dal suo atteggiamento che penso sia cambiato. Si sta comportando come un ragazzo sconfitto e lui non lo è, non è la sua mentalità. Al contrario lui è un competitivo, non gli piace perdere nemmeno a backgammon, ma quando gioca con me, purtroppo, gli capita».
«ALONSO HA FATTO LA METÀ DI QUELLO CHE POTEVA». Pollice verso anche sull'ex ferrarista Fernando Alonso. Per come è andata la sua stagione e, forse, anche per come si è congedato dalla Ferrari. Il pilota, secondo Ecclestone, «ha fatto la metà di quello che avrebbe potuto, come Sebastian. Quindi, sono un po' deluso anche con lui».
DOMINIO MERCEDES. Il dominio della Mercedes sul mondiale 2014, inoltre, avrebbe potuto essere ancora più schiacciante se non fosse intervenuto l'antagonismo tra i due piloti della casa tedesca, Hamilton e Rosberg. «Se non ci fosse stato quel duello», ha argomentato l'imprenditore della F1, «che li ha portati a correre l'uno contro l'altro la stagione sarebbe finita già da Silverstone. Però è stato bello quello che è successo, vedere questi due ragazzi in gara tra di loro, ed è stato bello che la Mercedes lo abbia loro permesso».
RED BULL BOCCIATA. Viceversa «avremmo avuto un campionato davvero scadente. Pensavo che la Ferrari, la Red Bull o magari un terzo team potesse recuperare nella seconda parte della stagione, e conquistare qualche punto nel finale».

Correlati

Potresti esserti perso