Motori 17 Dicembre Dic 2014 1109 17 dicembre 2014

Come guidare auto a trazione posteriore con neve

Le vetture a trazione posteriore sono pensate per una guida più sportiva e performante, in grado di viaggiare a velocità più alte mantenendo una buona aderenza su strada.

  • ...

guida neve Le vetture a trazione posteriore sono pensate per una guida più sportiva e performante, in grado di viaggiare a velocità più alte mantenendo una buona aderenza su strada. Tuttavia, in caso di fondi scivolosi o, nel peggiore dei casi, con le strade coperte di neve, bisogna tenere conto delle particolarità di guida che questo tipo di trazione meccanica comporta. Come è noto, con una trazione posteriore, il problema principale in curva è il fenomeno chiamato sovrasterzo: il veicolo tende a sbandare verso l’interno della curva. Questo inconveniente ha più possibilità di manifestarsi se si preme sull’acceleratore quando il peso dell’auto è ancora spostato verso la parte anteriore, alleggerendo la pressione del posteriore e quindi togliendo aderenza alle ruote motrici. Il consiglio è ovviamente di mantenere una guida morbida e delicata, anche restando ben al di sotto dei limiti di velocità considerate le particolari condizioni climatiche. Tuttavia, la controsterzata è una manovra di emergenza quando l’auto sta ormai sbandando pericolosamente. Diminuendo l’accelerazione senza, però, un crollo della velocità che potrebbe essere solo controproducente, si gira lo sterzo dalla parte opposta alla curva che si sta percorrendo.

Correlati

Potresti esserti perso