Motori 18 Dicembre Dic 2014 1905 18 dicembre 2014

Come immatricolare auto radiata

Per reimmatricolare un’automobile radiata è necessario che il modello appartenga al gruppo di veicoli iscrivibili all’ASI o a uno dei registri storici, che sia perfettamente efficiente e che non sia stato erogato un contributo statale per la rottamazione dello stesso.

  • ...

Bentley radiata Per reimmatricolare un’automobile radiata è necessario che il modello appartenga al gruppo di veicoli iscrivibili all’ASI o a uno dei registri storici, che sia perfettamente efficiente e che non sia stato erogato un contributo statale per la rottamazione dello stesso. Nel caso il mezzo sia ancora dotato di targa, una volta ottenuto l’estratto cronologico dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA), si può procedere con il collaudo presso l’ufficio provinciale della Motorizzazione. Per portare a termine la procedura sono necessarie anche un’autocertificazione della proprietà dell’automobile e una fotocopia del documento d’identità. A questo punto saranno fornite la nuova targa e la carta di circolazione. A questo punto, con i documenti autentici rilasciati, si può iscrivere il mezzo al PRA non oltre 60 giorni, compilando il modulo NP2/A. Nel caso in cui il mezzo non abbia una targa, occorre fare denuncia di ritrovamento al Comune dove è avvenuto il ritrovamento. Una volta trascorso un anno, periodo dove l’eventuale proprietario ha diritto di rivendicare la proprietà del veicolo, può avvenire l’aggiudicazione a chi ha presentato denuncia. L’atto sostituirà la documentazione d’origine. Se l’automobile è stata rinvenuta presso un demolitore, la fattura d’acquisto emessa dallo stesso ha valore come documentazione. Se il veicolo è proprietà di un privato, ma è sprovvisto di targa e documenti, è sufficiente una dichiarazione sostitutiva di atto notorio da parte del compratore.

Correlati

Potresti esserti perso