Motori 22 Dicembre Dic 2014 1521 22 dicembre 2014

Come immatricolare auto d’epoca senza documenti

Per auto d’epoca si intendono vetture che abbiano almeno più di 30 anni e se non sono mai state radiate o cancellate al PRA

  • ...

Se l'auto d'epoca è senza targa o documenti, la procedura di immatricolazione è piuttosto articolata Per auto d’epoca si intendono vetture che abbiano almeno più di 30 anni e se non sono mai state radiate o cancellate al PRA e sono in buono stato possono circolare regolarmente. Nel caso sia dotata di targa e documenti originali, la procedura è relativamente semplice: è sufficiente richiedere l’estratto cronologico al PRA ed effettuare un collaudo dell’auto presso la Motorizzazione Civile che rilascerà i documenti. Le difficoltà subentrano quando ci si imbatte in auto d’epoca sprovviste di documenti o senza targa e trovate in occasione presso carrozzieri o rivenditori occasionali. Nel caso in cui l’auto d’epoca non dispone più della targa né di altri documenti (risulta, quindi radiata) occorre seguire la seguente prassi:

  • Richiedere un atto di aggiudicazione emesso dall’Autorità pubblica, congiuntamente al
  • Certificato che attesti le caratteristiche tecniche del veicolo (questo documento è reperibili presso l’ASI - Associazione Auto storiche italiana - o presso uno dei tre registri storici di autoveicoli). In assenza di documenti è utile per la ricostruzione cronologica della vita del veicolo dotarsi del numero di telaio della vettura – se leggibile – per verificare anche se si tratta di auto rubata o altro.
  • Recarsi al comune dove è stata trovata la vettura per denunciarne la scoperta e se entro un anno nessuno viene a reclamarne la proprietà, il veicolo potrà essere reimmatricolato, alle seguenti condizioni:
    • Se il veicolo è stato recuperato presso un demolitore, è sufficiente come documentazione originale la fattura d’acquisto emessa dal venditore;
    • Se il veicolo è stato recuperato presso un privato che lo possiede da tempo senza targhe e documenti, occorre la dichiarazione sostitutiva di atto notorio da parte dell’acquirente (futuro nuovo proprietario).
Esiste un ulteriore caso in cui ci si può imbattere in un’auto sprovvista di documenti, e cioè quando risulta radiata di ufficio per mancato pagamento delle tasse automobilistiche. In quest’ultimo caso: «possono essere re-iscritti al PRA senza essere sottoposti a re immatricolazione e quindi mantenendo i documenti originali previo pagamento delle tasse arretrate degli ultimi tre anni maggiorate del 50%» (L. n. 289 del 27/12/2012, art. 18 comma 1)

Articoli Correlati

Potresti esserti perso