Motori 22 Dicembre Dic 2014 1721 22 dicembre 2014

Come usare cristalli di silice per disappannare vetro

Esistono diversi modi – più o meno rudimentali – per disappannare il vetro del parabrezza o evitare la condensa di umidità.

  • ...

Vi sono molti modi per disappannare i vetri del parabrezza, tra cui posizionare dei sacchetti di cristalli di silice nell'abitacolo Esistono diversi modi – più o meno rudimentali – per disappannare il vetro del parabrezza o evitare la condensa di umidità. Tra i più bizzarri e – inefficienti – metodi vi è quello di passare sul vetro una patata tagliata a metà, l’amido dell’ortaggio rilascia una patina che servirà a formare una sorta di riparo dal freddo, ma indubbiamente lo sporca anche e la sporcizia è tra le cause dell’appannamento; al contrario sarebbe più credibile pulire il vetro con una goccia di detersivo, strofinare con un panno e risciacquare per eliminare i residui del prodotto detergente. Un metodo che sembra spopolare è quello di usare cristalli di silice per disappannare il vetro. I cristalli di silice sono reperibili facilmente (si usano nelle lettiere per gatti o si trovano in formato gel negli appositi sacchetti all’interno di alcuni prodotti confezionati). Un video – cosiddetto virale – ha attirato l’attenzione dei più mostrando come creare un sacchetto pieno di cristalli di silice da porre all’interno dell’abitacolo con un semplice calzino. I cristalli di silice sono, infatti, utili per assorbire l’umidità e con grande efficacia. Inutile dire che il metodo migliore – per chi ha l’auto accessoriata - resta quello di azionare il condizionatore o ancor più semplicemente cercando di abbassare la temperatura interna dell’aria aprendo i finestrini: un vetro si appanna perché l’umidità dell’aria si condensa sulla superficie interna del vetro che è fredda, è quindi sufficiente riscaldare il vetro oppure ridurre l’umidità dell’aria interna all’abitacolo oppure ridurre la temperatura dell’abitacolo (magari l’inverno ci si infreddolisce un po’, ma il risultato è garantito).

Correlati

Potresti esserti perso