Motori 23 Dicembre Dic 2014 1752 23 dicembre 2014

Come guidare con rimorchio

La guida con rimorchio – di qualunque tipo (roulotte, carrello, gommone o piccola barca) – non è né facile né scontata

  • ...

Poche regole e tanta pratica servono per guidare con un rimorchio La guida con rimorchio – di qualunque tipo (roulotte, carrello, gommone o piccola barca) – non è né facile né scontata, però con un po’ di pratica e poche regole si può imparare a guidare con rimorchio. Regola 1: l’equilibrio del carico. Il rimorchio deve essere ben bilanciato rispettando la portata massima indicata dal produttore o utilizzando gli appositi misuratori (in vendita a pochi euro) e sapendo che in linea di massima il peso deve rimanere compreso tra 50 e 120 kg (come prevede il codice della strada). È importante anche considerare l’altezza da terra del rimorchio e il fissaggio del carico con cinghie. Regola 2: limiti di velocità. Quando si è in marcia con un rimorchio bisogna ricordare il rispetto dei limiti di velocità che sono 70 km/h sulle strade extraurbane e 80 km/h sull’autostrada per tutti i tipi di rimorchio o traino. Mantenere una velocità bassa e costante è importante perché il rimorchio tende a “scodinzolare” alle velocità sostenute con il rischio di ribaltamento. Il rimorchio che si ribalta agganciato all’auto solleva il retrotreno e porta allo sbandamento della vettura. Regola 3: attenti alla guida. Bisogna tener presente che il rimorchio in curva tende a stringere, quindi è bene affrontarle con un raggio più ampio. Nell’affrontare  le discese bisogna prendere in considerazione il peso del rimorchio che tende a ritardare la frenata. Al contrario sulle salite, il peso tende a mettere sotto sforzo la vettura con rischio di surriscaldamento, pertanto è sempre opportuno procedere con marce basse. Regola 4: la retromarcia. La manovra di retromarcia con rimorchio richiede esperienza e abilità. L’importante è ricordare che quando si sterza in retromarcia, il rimorchio si muove nel senso opposto alla sterzata (se si sterza a destra, il rimorchio va a sinistra e viceversa). Questo accade perché la coda dell’auto spinge la testa del rimorchio orientandola nella direzione opposta all’angolo di sterzata delle ruote anteriori dell’auto. È consigliabile fare pratica in uno spiazzale prima in rettilineo e poi sterzando e correggendo di volta  in volta la sterzata. Questa pratica richiede un po’ di ragionamento e a volte gli specchietti retrovisori interni ed esterni non sono sufficienti per avere un’idea della direzione, pertanto è sempre un bene farsi aiutare da qualcuno a terra nella manovra. Solo la pratica permette di acquisire la sicurezza e l’esperienza necessarie per guidare un auto con rimorchio.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso