Motori 24 Dicembre Dic 2014 1752 24 dicembre 2014

Come cambiare le molle della frizione dell’auto

Quando si verificano dei problemi alla frizione dell’auto, tendenzialmente si cambia tutto il gruppo meccanico che la compone, piuttosto che singole parti

  • ...

Cambiare la molla della frizione è lavoro da esperti Quando si verificano dei problemi alla frizione dell’auto, tendenzialmente si cambia tutto il gruppo meccanico che la compone, piuttosto che singole parti, inoltre cambiare la frizione o sue parti non è un lavoro propriamente da fai-da-te perché richiede esperienza, conoscenze tecniche e l’attrezzatura giusta e specifica. La frizione si compone di una coppia di dischi (disco e spingi disco) che si trovano tra il volano del motore e il cuscinetto reggispinta. Il compito della frizione è quello di staccare il motore dalle ruote per consentire il cambio delle marce. Quando si spinge sul pedale della frizione, si comprime una molla a diaframma che consente il distacco del disco dal volano. Una frizione logorata compromette la potenza del motore, nonché rende difficoltoso il cambio con rischio di slittamenti o blocchi del pedale. Per cambiare la molla della frizione, occorre procedere nel modo seguente:

  • Sollevare l’auto con un ponte professionale (il cric non è sufficiente per tenere la vettura stabile e in sicurezza e per lavorare agevolmente, inoltre serve un cric per reggere il cambio e un altro per spostare il cambio);
  • Togliere le ruote anteriori;
  • Togliere gli ammortizzatori, rimuovendo i perni di fissaggio della scocca;
  • Smontare il motorino di avviamento, dopo aver cautamente distaccato l’impianto elettrico;
  • Scaricare completamente l’olio nella scatola del cambio svitando il tappo in basso e raccogliendo in una bacinella l’olio esausto;
  • Rimuovere i semiasse e l’intera scatola del cambio;
  • La frizione è ora accessibile: si svitano i dadi che collegano disco e spingi disco al volano e si procede alla sostituzione della molla a diaframma dopo aver opportunamente rimosso il braccio che collega il pedale alla frizione;
  • Eseguire l’operazione per “centrare” la frizione (è necessario un’apposita attrezzatura);
  • Rimontare la scatola del cambio, ricaricandola di olio, i semiasse e il motorino di avviamento ripristinando tutti i collegamenti;
  • Montare gli ammortizzatori e le ruote anteriori.
L’intervento di per sé è articolato ed è consigliabile farlo eseguire a personale specializzato.

Correlati

Potresti esserti perso