Motori 26 Dicembre Dic 2014 1058 26 dicembre 2014

Come cambiare le marce senza frizione

imparare a cambiare le marce senza frizione può tornare utile solo in caso di necessità

  • ...

Il cambio di marcia senza usare la frizione è una pratica di emergenza, non la norma La frizione è un meccanismo che permette di cambiare marcia della macchina perché raccorda i giri del motore con quelli del cambio e proprio per questa ragione, c’è un momento in cui il regime di rotazione del motore ad una data marcia e ad una data velocità è tale che permette di inserire la marcia senza premere il pedale della frizione. Bisogna puntualizzare che imparare a cambiare le marce senza frizione può tornare utile solo in caso di necessità (quando si rompe la frizione), ma non certo per abitudine perché – soprattutto con le vetture moderne – si danneggiano i sincronizzatori o si rovinano i denti degli ingranaggi a seconda del tipo. È altresì evidente che non si riesce a partire senza ingranare la prima marcia senza premere il pedale della frizione, quindi il cambio senza frizione si può effettuare dalla prima marcia in su. La prima cosa da imparare è quella di riconoscere e trovare - con l’udito – il regime di “accordo” tra i vari ingranaggi, vale a dire che si deve imparare a riconoscere il rumore del motore nelle diverse cambiate: se per esempio a 20 km/h si inserisce la II° e il motore gira a 1.800/2000 giri, per cambiare senza usare la frizione, bisogna arrivare a 1800/2000 giri e 20 km/h in I°, alleggerire di gas fino ad avanzare per inerzia, passare a folle e innestare la II° marcia senza frizione e così via a salire. Questo accade perché c’è un attimo in cui gli ingranaggi del cambio non sono in spinta uno con l’altro, il motore procede per inerzia e non è iniziata l’azione di frenomotore che altrimenti bloccherebbe lo scorrimento degli ingranaggi. In quel preciso istante è possibile cambiare senza utilizzare la frizione. Bisogna essere anche molto rapidi per evitare la “grattata”. È più facile “ingranare” le marce a salire, perché per “scalare” le marce senza usare la frizione è più complicato dovendo portare ogni volta il motore molto giù di giri (fino a circa 700 giri) per poi passare a folle, dare gas e ridurre la marcia. Si ribadisce che si tratta di tecniche da usare in emergenza o su pista perché è una tecnica di cambio propria della guida sportiva e da rally. Lo stesso vale per le moto, il cui cambio senza frizione è però più facile rispetto ad un’automobile.

Correlati

Potresti esserti perso