Motori 26 Gennaio Gen 2015 1055 26 gennaio 2015

Prezzo dischi freno tarox

La Tarox, azienda fondata da Gianni Taroni negli anni '70, si è sin da subito dimostrata vincente, portandosi a casa un Gran Premio di formula uno quando era aperta da soli 4 anni.

  • ...

Dischi freno modello racing della marca Tarox La Tarox, azienda fondata da Gianni Taroni negli anni '70, si è sin da subito dimostrata vincente, portandosi a casa un Gran Premio di formula uno quando era aperta da soli 4 anni. L'azienda offre ottima merce in materia di impianti frenanti, a cominciare dai suoi dischi, che sono progettati sia per coloro che usano una vettura nella quotidianità sia per gli appassionati della pista. I dischi base sono di quattro tipi (Zero, G88, F2000 e Sport Japan), così come i dischi racing (C83, D95, F2000, Sport Japan plus); infine i dischi speciali sono dedicati alle vetture "high performance" e alle auto classiche. Iniziando un'analisi dei dischi base, la prima cosa da puntualizzare è che ogni disco Tarox dà il meglio di sé se abbinato con pastiglie della stessa marca. I dischi Zero sono di una lega speciale nobilitata; resistono alle alte temperature e prevengono i problemi di ovalizzazione e deformazione. Sono ideali per le competizioni del Gruppo A. I G88, grazie alla loro ventilazione a turbina esterna, oltre a un maggior raffreddamento garantiscono l'eliminazione di scorie e gas di fading che si presentano dopo una frenata e, grazie a questo, garantiscono longevità all'impianto frenante. Gli Sport Japan tramite la loro conformazione con fori e solchi alternati sulla superficie, garantiscono un'ottima qualità di frenata, dissipando il calore e eliminando le scorie. Questo disco è una perfetta combinazione tra estetica, qualità e prestazioni. Gli F2000, ideali per coloro che alternano la guida in strada a quella in pista, sono caratterizzati da righe ellittiche che, dissipando il calore, ravvivano le pastiglie. Il prezzo di questi parte da un minimo di 144 euro a un massimo di 400, in dipendenza dal modello della propria auto. Passando ai dischi racing, bisogna dire che ogni modello è differente nella sua conformazione: i dischi C83 sono a righe dritte; i D95 sono forati con svasature intorno ai fori per prevenire le crepe; gli F2000 sono a righe elissoidali e gli Sport Japan Plus alternano righe curve a fori svasati. Questi dischi hanno un prezzo di vendita che parte da 170 euro, arrivando a 1.350 euro, sempre in dipendenza dal modello richiesto. Infine i dischi speciali "high performance" sono, nella maggior parte dei casi, formati da due pezzi assemblati tra loro tramite una campana in lega mentre quelli per le auto classiche sono solitamente creati ex novo, in quanto appartenenti a macchine non più in produzione o di cui è difficile trovare i ricambi. Il prezzo di questi dischi è difficile da stabilire con precisione in quanto entrambi questi dischi speciali sono soggettivamente concatenati al tipo di modello cui si riferiscono, perciò è difficile capire quanto possano costare.  Specie nel caso dei dischi speciali per le auto classiche, il prezzo può essere alto, dipendendo dalla manodopera e dagli strumenti necessari per ricreare un disco nuovo partendo da zero.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso