Meazza Siro 120416222720
CALCIO 31 Gennaio Gen 2015 1749 31 gennaio 2015

Milan, primo passo verso il nuovo stadio

Impianto da 48 mila spettatori in zona Portello. Inaugurazione prevista per la stagione 2018/19.

  • ...

Milano: lo stadio Meazza di San Siro.

Il Milan muove il primo passo per la realizzazione del nuovo stadio di proprietà nella zona Portello. Assieme alla società di ingegneria Arup, il club rossonero ha presentato la manifestazione di interesse per il bando indetto da Fondazione Fiera Milano per la riqualificazione dei propri padiglioni 1 e 2 in zona Portello. Il progetto è per un impianto da 48 mila spettatori.
«Inizia un percorso di valutazioni e discussioni con le parti interessate che il Milan si augura possa portare alla realizzazione di uno degli stadi più innovativi al mondo, aperto alla città ed estremamente funzionale», si legge in un comunicato in cui si precisa che «l'obiettivo è, in ogni caso, quello di inaugurare la nuova struttura per la stagione 2018/19» e che il Portello, a due passi dalla nuova sede, «è certamente la zona di maggiore interesse per il club, ma non si escludono anche altre aree che sono attualmente alla studio».
ALBERGO, SCUOLA E RISTORANTI ALL'INTERNO. Il Milan punta a realizzare, con la collaborazione del Politecnico di Milano, un impianto con all'interno ‎«un albergo, un liceo ad indirizzo sportivo, ristoranti, parchi giochi per bambini, percorsi immersi nel verde realizzati sulla sommità dell'edificio, spazi espositivi per giovani artisti e altri servizi utili alla cittadinanza».
MODELLO 'FILOSOFICO' INGLESE. Studiati «più di 70 stadi in tutto il mondo (di cui molti non calcistici)», il Milan «ha trasferito la sintesi del proprio lavoro ai progettisti di Arup, leader mondiale nel settore dell'ingegneria e della progettazione. Ha realizzato, tra gli altri, lo stadio del Bayern Monaco e il nuovo stadio di Pechino». Il progetto si ispira ‎«come filosofia (non come realizzazione architettonica), al modello inglese: stadio urbano raggiungibile con i mezzi pubblici e responsabilizzazione dei tifosi e dei loro comportamenti e ha come filo conduttore la sostenibilità».
MENO BARRIERE TRA PUBBLICO E GIOCATORI. Ci saranno inoltre «meno tornelli all'ingresso e meno barriere tra pubblico e giocatori», ma tolleranza zero per chi tiene comportamenti irrispettosi fuori e dentro l'edificio. Dal punto di vista finanziario il Milan spiega di avere «già trovato numerose aziende interessate a diventare partner in questa iniziativa».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso