Motori 23 Febbraio Feb 2015 1212 23 febbraio 2015

Migliore auto segmento b diesel 2015

Dopo ben 8 anni di assenza dal mercato europeo e italiano, in particolare, complice la crisi e la concorrenza, la Mazda torna con furore

  • ...

Mazda torna nel mercato italiano con una nuova vettura nel segmento B, ma dalle prestazioni superiori Dopo ben 8 anni di assenza dal mercato europeo e italiano, in particolare, complice la crisi e la concorrenza, la Mazda torna con furore presentando per il 2015 ben 5 nuovi modelli innovativi nei vari segmenti e bisogna subito sottolineare che è riuscita a recuperare tutto il tempo perso dotando le sue nuove vetture della tecnologia migliore in circolazione e quindi si può a ragione dire che la migliore auto del segmento b diesel 2015 è la Mazda 2 1.5 Sky Activ-G. A dir la verità, la Mazda 2 sarà disponibile nelle concessionarie a partire da fine marzo per la versione a benzina, mentre per le motorizzazioni diesel sarà necessario aspettare giugno. L’obiettivo Mazda è quello di riuscire a vendere 40.000 esemplari in Europa e 200.000 nel mondo; le aspettative sul mercato italiano sono di 3000 vetture (di cui si stima la vendita di un diesel ogni due benzina) da collocare nel mercato del segmento B (pari all’1%), ma si può ben dire che questa vettura collocata nel segmento B, ha però contenuti da segmento C ponendosi avanti alle altre in termini di sicurezza e tecnologia già a partire dagli allestimenti di base che sono notevolmente accessoriati. Infatti, la versione a benzina sarà dotata di un motore 1.5 con tecnologia Sky Activ D con un solo turbocompressore a geometria variabile che eroga una potenza di 105 CV e 220 Nm di coppia (a 1400 giri), si può optare per il Sky Activ G da 75 e 90 CV con costi inferiori. La trasmissione è automatica a 6 rapporti, il sistema di infotainment si gestisce tramite una manopola sul tunnel centrale e un display touchescreen da 7’’. Il sistema di assistenza alla guida è ricco per un segmento B dalla frenata automatica all’allerta per il cambio di corsia involontario, monitoraggio dell’angolo cieco, controllo automatico dei fari abbaglianti, Rear Cross Traffic Alert che avverte dell’approssimarsi di un veicolo in fase di manovra per evitare collisioni. La posizione di guida è particolarmente confortevole grazie all’ottimo appoggio del piede sinistro e al disassamento rispetto al piantone pari a “0” che la rende agile in città e sicura sui percorsi extraurbani. Gli ingegneri giapponesi, infine, hanno reso i comandi leggeri e fluidi, sviluppando una vettura leggera del peso di 975 kg, ma ben piantata, con le sospensioni in grado di garantire il giusto assorbimento senza perdere precisione e stabilità di guida. Il listino prezzi della Mazda 2 parte da 13.900 € per arrivare fino a 19.300 €, in linea con la concorrenza generalista.

Correlati

Potresti esserti perso