Ferrer Fognini 150223125429
SPORT 23 Febbraio Feb 2015 1255 23 febbraio 2015

Tennis, Rio Open: Fognini ko in finale contro Ferrer

Il ko dopo il successo in semifinale contro Nadal: «Ho battuto il più forte sulla terra rossa, sono felice».

  • ...

A sinistra il vincitore del Rio Open David Ferrer con Fabio Fognini.

L'impresa l'aveva compiuta in semifinale, sconfiggendo, per la prima volta in cinque sfide, Rafa Nadal. In finale, poi, non si è ripetuto, cedendo a un altro spagnolo, meno illustre e titolato, David Ferrer.
Non ce l'ha fatta, Fabio Fognini, a conquistare il quarto titolo in carriera, forse svuotato dopo la fatica fisica e mentale del match vinto, per 1-6 6-2 7-5, contro il numero tre del tennis mondiale e campione uscente a Rio de Janeiro.
KO CONTRO FERRER. Così, nell'ultimo atto del Rio Open - torneo Atp 500, con montepremi di quasi 1,5 milioni di dollari, disputato sulla terra rossa nella città brasiliana - il 27enne ligure, con il numero 28 primo italiano del tennis mondiale, è stato battuto con un netto 6-2 6-3, in un'ora e 23 minuti, dal 32enne Ferrer, numero nove al mondo, che ha vinto per l'ottava volta in otto match, confermandosi sua bestia nera.
SEMIFINALE FATALE. L'aveva detto, del resto, Fognini, dopo il successo a sorpresa contro Nadal: «Sono felice di aver battuto il giocatore più forte del mondo sulla terra rossa, Rafa è sempre difficile da affrontare. Ora voglio godermi questa vittoria, ma ovviamente già penso alla finale in cui dovrò lottare contro Ferrer, che mi ha sempre battuto nelle sfide precedenti».
Il tennista ha poi ribadito il concetto durante la cerimonia di premiazione: «Faccio i miei complimenti a David ma, senza nulla togliere a nessuno, qui ho battuto il più forte di sempre sulla terra, Nadal. Questa settimana resterà sempre nel mio cuore».
FINALE A SENSO UNICO. Il match è stato nettamente dominato da un Ferrer in forma smagliante, che ha imposto il proprio gioco, costringendo Fognini a restare lontano dalla riga di fondo e a rispondere in affanno. Solo uno scatto d'orgoglio dell'azzurro nel secondo set, quando ha recuperato da 1-5 a 3-5, prima di cedere il game decisivo e consegnare a Ferrer il 23esimo titolo in carriera.
GIOIELLO CONTRO NADAL. Fognini era arrivato in finale, la nona in carriera, superando il ceco Jiri Vesely, lo spagnolo Pablo Andujar, l'argentino Federico Delbonis e, appunto, Nadal, infliggendogli la 25esima sconfitta in carriera sulla terra rossa. Prima del ligure, solo un altro azzurro, Andreas Seppi, era riuscito a battere il 28enne mancino di Maiorca - nel 2008 a Rotterdam - ma sul veloce indoor, non sulla sua superficie preferita.
Gli altri due azzurri in lizza a Rio, Paolo Lorenzi e Marco Cecchinato, sono stati eliminati nel primo turno, rispettivamente da Andujar e dal finlandese Jarkko Nieminen.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso