Motori 25 Febbraio Feb 2015 1602 25 febbraio 2015

Come leggere etichetta europea pneumatici

La nuova normativa, entrata in vigore nel Novembre 2012, prevede che tutti gli pneumatici vengano etichettati prima di essere immessi nel mercato.

  • ...

Esempio di un'etichetta europea posta sugli pneumatici in commercio La nuova normativa, entrata in vigore nel Novembre 2012, prevede che tutti gli pneumatici vengano etichettati prima di essere immessi nel mercato. Questa etichettatura fornisce informazioni importanti in tema di sicurezza e aspetti ambientali del pneumatico e permette ai guidatori di confrontare la qualità tra diversi pneumatici analizzandone aderenza sul bagnato, rumorosità e consumo di carburante. L'etichetta deve essere obbligatoriamente esposta sugli pneumatici, anche se si può trovare in posizioni diverse. Vediamo come si legge: l'aderenza di uno pneumatico sul bagnato si esprime attraverso 7 classi, dalla A (la migliore) alla G (la peggiore); la resistenza al rotolamento, come l'aderenza, si misura sempre in 7 classi, sempre dal valore massimo A a quello minimo G; la rumorosità invece si misura in decibel, e sono previste 3 classi espresse con delle barre. Tre barre nere è il risultato peggiore, due barre piene identificano il prodotto intermedio che avrà un numero di decibel di rumorosità fino a 3 db e una barra sta a significare che il livello di rumorosità del pneumatico è inferiore di oltre 3db rispetto al valore limite. Una diminuzione di 3 db equivale a dimezzare l'intensità del rumore.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso