Alexis Tsipras 150126135731
DECISIONE CHOC 25 Febbraio Feb 2015 1600 25 febbraio 2015

Grecia, il governo sospende il campionato di calcio

Stop dall'esecutivo a causa dei ripetuti episodi di violenza: mancherebbero le condizioni di sicurezza.

  • ...

Alexis Tsipras.

Il governo greco ha disposto la sospensione immediata del campionato di calcio a causa dei ripetuti episodi di violenza fra le tifoserie che ne hanno caratterizzato lo svolgimento.
Secondo il governo di Alexis Tsipras, non ci sono le condizioni di sicurezza per continuare.
GRAVI INCIDENTI DOPO DERBY DI ATENE. Dopo le violenze fra tifosi che hanno caratterizzato varie partite, la goccia che ha fatto traboccare il vaso sono stati gli incidenti verificatisi prima, durante e dopo il derby di Atene Panathinaikos-Olympiacos Pireo, finito 2-1 per i verdi.
Al termine degli scontri c'erano stati 11 arresti, mentre un giocatore dell'Olympiacos, il nigeriano Michael Olaitan, aveva perso conoscenza durante il primo tempo ed era stato ricoverato in ospedale, dove gli era stata diagnosticata una miocardia dovuta a spavento, ansia e stress.
KASAMI COLPITO ALLA TESTA. L'ex laziale Kasami, ora all'Olympiacos, era invece stato colpito alla testa, per fortuna senza gravi conseguenze, da un petardo lanciato contro di lui dagli spalti mentre si avviava a sedersi sulla panchina della sua squadra.
Yannis Anastasiou, allenatore del 'Pana', era stato 'centrato' alla testa da un bicchiere pieno lanciato anche questo dalle gradinate.
SOSPESO GIÀ DUE VOLTE. Ora il governo ha deciso di intervenire con durezza, sospendendo a tempo indeterminato i campionati professionistici, mentre la prossima stagione neppure comincerà, secondo quanto ha detto il viceministro dello Sport, Stavros Kontonis «se tutti i 18 club non introdurranno ticket elettronici e telecamere di sicurezza durante le partite».
Il campionato greco era già stato sospeso due volte in questa stagione a causa della violenza, ma ora lo stop è definitivo fin quando non saranno ripristinate le condizioni di sicurezza per far svolgere le partite.
Allo studio la possiiblità di introdurre anche in Grecia la 'tessera del tifoso', analogamente a quanto succede in Italia.
NEL 2002 IN OSPEDALE UN ARBITRO. Lo stesso Kontonis ha incontrato il primo ministro Tsipras che approvato la decisione.
Il calcio ellenico non è nuovo ad episodi cruenti, specie quando si gioca il derby ateniese.
Nel 2013 violenti scontri tra ultrà e poliziotti precedettero Olympiakos-Panathinaikos, che rischiò di non cominciare.
Stessa partita, ma nel 2002: finì in ospedale l'arbitro, aggredito dopo una invasione di campo.
Nel marzo 2007 l'uccisione di un tifoso di 22 anni in incidenti prima di un incontro di pallavolo femminile convinse il governo a sospendere per due settimane i tornei a squadre di tutte le discipline.
Servì a poco. Gli incidenti ripresero subito, in varie zone del Paese.

Correlati

Potresti esserti perso