Rugby Italia Scozia 150228191737
RUGBY 28 Febbraio Feb 2015 1900 28 febbraio 2015

Sei Nazioni, Scozia-Italia 19-22

Gli azzurri di Brunel vincono a Edimburgo con una meta tecnica all'ultimo assalto. Evitato il cucchiaio di legno.

  • ...

A Edimburgo l'Italrugby ha battuto la Scozia 22 a 19 nel Sei Nazioni.

Una vittoria di coraggio e cuore all'ultimo respiro. Non con un uomo, ma con la mischia. Meta tecnica, per volontario collassamento della «maul».
A Murrayfield l'Italrugby batte la Scozia nel Sei Nazioni e restituisce l'odioso cucchiaio di legno.
Tre mete, una superiorità nel coraggio e nel cuore che ha avuto la meglio anche su di un disastro inizio - sugli eterni errori dei nostri calciatori (Haimona, Allan) – e che restituisce agli azzurri una dimenticata fiducia e un rinnovato entusiasmo in vista del prossimi impegni all'olimpico contro Francia e Galles.
AVVIO HORROR. Gli azzurri sono arrivati incerottati e giovanissimi all'appuntamento. Handicap che sono parsi pesanti nello scioccante avvio.
Il kick off preda di Biagi, poi la percussione di Favaro, quindi l’entrata laterale di Minto, punita da un calcio: 3-0 per gli scozzesi dopo 19.
Dopo 1' ingresso laterale di Furno, al 2' il placcaggio fallito da Visentin. Poi al 3' touche perduta da Ghiraldini e dopo 7' umiliante intercetto di Bennett su Haimona. Già sotto di 10 punti, gli azzurri però hanno reagito. E trasformato l'orgoglio nello spettacolare drive da rimessa laterale che ha portato in meta (poi non trasformata) Furno.
Un calcio per parte ha fissato il 13 a 8 per i padroni di casa al termine del primo quarto.
VENDITTI FIRMA IL -1 ALLA FINE DEL PRIMO TEMPO. Un discutibile fuorigioco della difesa è costato agli azzurri altri 3 punti. Ma dopo la punizione sbagliata da Haimona la meta di Venditti (stavolta trasformata) ha portato l'Italia a -1 al termine della prima frazione.
IL PECCATO DI ALLAN. Con ritrovato vigore gli azzurri hanno ricacciato indietro i padroni di casa un centimetro dopo l'altro ma il madornale errore dalla piazzola di Allan (centrale, da 35 metri) aggravato dalla preciso piazzato Laidlaw ha ampliato le distanze.
VITTORIA ALL'ULTIMO ASSALTO. L'Italia non ha sfruttato altre tre mischie consecutive a -6'20' dal termine (l'ultima, che avrebbe potuto essere decisiva è punita dall’arbitro per affossamento).
Ma alla fine Parisse e compagni, anche grazie alla superiorità numerica e fisica, hanno la pasta per cogliere l'ultima possibilità.
E cogliere una commovente vittoria. Un successo, quello del gruppo di Brunel a Edimburgo, che si è guadagnato anche i complimenti del premier Matteo Renzi su Twitter.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso