Motori 6 Marzo Mar 2015 1255 06 marzo 2015

Come funziona cambio a doppia frizione EDC

Diversi componenti delle automobili hanno riscontrato un considerevole progresso tecnologico in questi ultimi anni.

  • ...
Cambio a doppia frizione EDC

Diversi componenti delle automobili hanno riscontrato un considerevole progresso tecnologico in questi ultimi anni. Dai motori sempre più prestanti ma ecologici, fino ai proiettori con le ormai sempre più diffuse e potenti luci a Led. Anche il cambio ha visto questo progresso tecnico. Sempre più utilizzati, tuttavia al momento solo su alcune automobili, sono i cambi automatici a doppia frizione, noto in generale come "DCT" (Dual Clutch Transmission), che prendono poi diversi nomi commerciali in base alla marca di automobili che l'utilizzano. La francese "Renault", ad esempio, lo definisce "EDC" (Efficient Dual Clutch).

Il funzionamento del cambio automatico a doppia frizione "EDC" si basa sull'uso di due alberi concentrici, ognuno di questi è comandato da una frizione, che provvede ad ingranare la marcia successiva o inferiore a quella inserita, in modo tale che quando la centralina elettronica inserisce una nuova marcia non vi sia un calo di giri del motore oppure uno "strappo" della marcia stessa. I vantaggi di questo sistema rispetto a quello tradizionale manuale sono diversi: il motore gira sempre ad un regime costante, non si verificano interruzioni nella motricità alle ruote e il guidatore usufruisce di una considerevole fluidità di corsa. Vi è inoltre una maggiore efficienza dell'automobile, con conseguente riduzione di consumi ed emissioni nocive di gas. Tutto questo a differenza dei tradizionali cambi automatici a convertitore di coppia.

Correlati

Potresti esserti perso