Motori 13 Marzo Mar 2015 1157 13 marzo 2015

Codice sblocco Navigatore ICS Alfa 166 Becker Alfa Romeo

Quando si acquista un’auto con autoradio e navigatore, sempre più spesso le case automobilistiche adottano come sistema “antifurto” dei codici di sicurezza

  • ...

Autoradio e navigatori di ultima generazione necessitano dei codici di sicurezza per essere attivati Quando si acquista un’auto con autoradio e navigatore, sempre più spesso le case automobilistiche adottano come sistema “antifurto” dei codici di sicurezza (da 4 cifre) che sono più che altro identificativi univoci di quella determinata vettura, poiché spesso abbinati al numero di telaio della vettura o al numero di serie del singolo gadget (che sia autoradio o navigatore). Queste componenti aggiunte non sono prodotte dalla casa automobilistica, ma sono frutto di collaborazioni con fornitori di apparecchiature radio e satellitari specializzati. Per esempio nel caso dell’Alfa Romeo il navigatore è un ICS Alfa 166 Becker. I codici di sicurezza per attivare radio e navigatore sono obbligatoriamente consegnati dal concessionario al momento della consegna. Talvolta i codici sono  gli stessi sia per la “personal Key”, che per la radio che per il navigatore, a volte ogni componente ha il suo codice. Nel caso dell’Alfa i codici sono 3: una code card per le chiavi e il codice meccanico, la card ICS e la card del navigatore (per le vetture che ne sono dotate). Quando si cambia la batteria dell’auto o per qualsiasi altro intervento importante, i codici di sicurezza devono essere reinseriti perché la centralina elettronica si resetta. Ma cosa succede se si perde la card con il codice di sblocco o le cifre sono diventate illeggibili? Nel caso del navigatore ICS Alfa 166 Becker, l’unica cosa da fare è rivolgersi ad un’officina autorizzata Alfa, che a sua volta inoltra la richiesta di nuovi codici o di recupero del codice smarrito presso la sede centrale Alfa che a seguito dei dovuti controlli invia i codici. Il servizio è a pagamento e i tempi di attesa possono essere lunghi. Un’altra opzione è rivolgersi dal concessionario presso il quale si è acquistata l’auto, dove si conservano in archivio le compravendite e sono obbligati al rilascio dei codici così come delle chiavi della vettura (sempre previo controllo, per evitare che si tratti di auto rubata). Infine, per chi preferisce fare da sé, può utilizzare uno dei numerosi siti online – più o meno attendibili – o app per smartphone in cui è sufficiente inserire nell’apposito campo il numero di serie del navigatore (le cui cifre iniziano per AR …) per generare un codice. Però è bene sottolineare che si tratta di codici generici che potrebbero non funzionare sul proprio dispositivo.

Correlati

Potresti esserti perso