Motori 31 Marzo Mar 2015 1803 31 marzo 2015

Multa per non esposizione targa prova

Un veicolo in circolazione di prova e con targa di prova può muoversi su tutto il territorio nazionale – e anche al di fuori dei confini nazionali, purché...

  • ...
La mancata esposizione della targa di prova comporta una sanzione Un veicolo in circolazione di prova e con targa di prova può muoversi su tutto il territorio nazionale – e anche al di fuori dei confini nazionali, purché nei Paesi in cui intercorrono relazioni di reciprocità relativamente alla circolazione con targa di prova -, ma nel rispetto degli obblighi contenuti nell’autorizzazione e vale a dire:
  • che alla guida ci sia il titolare dell’autorizzazione o persona strettamente collegata al titolare che abbia apposita delega;
  • che la delega sia nominativa;
  • che la targa di prova sia chiaramente esposta.
Per ciascuna di questi obblighi, sono previste delle sanzioni nel caso di violazione. Nel caso di non esposizione della targa prova, la multa ammonta da€ 19.95 a € 81.90. Nel dettaglio, tutte le sanzioni previste e gli articoli di legge corrispondenti:

Art.98 D.L.vo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, in relazione all'Art.1, comma 5, del D.P.R. 474/2001

Violazione

Sanzione principale

Sanzione accessoria

Note

Art. 98, comma 3 C.d.S. Adibire un veicolo in circolazione di prova ad uso diverso.

da Euro 68.25 a Euro 275.10

pagamento in misura ridotta Euro 68.25

non previste

Segnalazione al D.T.T. che ha rilasciato l'autorizzazione alla circolazione di prova per il computo della recidiva, ed alla Direzione Regionale Agenzia delle Entrate per le infrazioni di cui alla tabella annessa alla Legge 24 gennaio 1978 nr.27

Art. 98, comma 3 C.d.S. Veicolo in circolazione di prova sul quale non sia presente il titolare dell'autorizzazione o un suo dipendente munito di apposita delega.

da Euro 68.25 a Euro 275.10

pagamento in misura ridotta Euro 68.25

per la sola violazione della norma in specie non previste

Come caso precedente. Il veicolo non viene considerato in circolazione di prova e, laddove ricorrano, è possibile ravvisare altre ipotesi di infrazione come, ad esempio, quelle previste dagli Artt. 93, 193, ecc. del C.d.S.

Art. 98, comma 4 C.d.S. Laddove le violazioni di cui all'Art.98, comma 3, superano il numero di tre.

da Euro 137.55 a Euro 550.20

non è consentito il pagamento in misura ridotta

Confisca del veicolo, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo VI del D.L.vo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni.

Segnalazione alla Direzione Regionale Agenzia delle Entrate per le infrazioni di cui alla tabella annessa alla Legge 24 gennaio 1978 nr.27

Art.100, comma 13, D.L.vo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, in relazione all'Art.2, comma 2, del D.P.R. 474/2001

Violazione

Sanzione principale

Sanzione accessoria

Note

Art. 100, comma 13, C.d.S. Omessa applicazione della targa prova durante la circolazione.

Autotreni o autoarticolati, omessa applicazione della targa posteriormente al veicolo rimorchiato durante la circolazione.

da Euro 19.95 a Euro 81.90

pagamento in misura ridotta Euro 19.95

per la sola violazione della norma in specie non previste

Può concorrere con le ipotesi di infrazione previste dall'Art.98, commi 3 e 4, del C.d.S. Qualora a bordo del veicolo non sia presente il titolare dell'autorizzazione o un suo dipendente delegato, il veicolo non viene considerato in circolazione di prova. Laddove ricorrano, è possibile ravvisare altre ipotesi di infrazione come, ad esempio, quelle previste dagli Artt. 93, 193, ecc. del C.d.S.

Correlati

Potresti esserti perso