Motori 31 Marzo Mar 2015 1000 31 marzo 2015

Smart Fortwo, ora cambia da sola

Per la versione 2015 della due posti tedesca arriva il nuovo cambio a doppia frizione twinamic, prodotto da Getrag. Per ora solo su Fortwo 70.

  • ...

Smart Fortwo 70 Twinamic. Per la versione automatica da 70 CV la Casa dichiara una percorrenza media di 24 km/litro. Era una delle poche critiche rivolte alla versione 2015 da parte degli estimatori di Smart: averla con il solo cambio manuale snaturava la sua principale caratteristica, cioè la grande comodità nel traffico cittadino, non solo nel parcheggio ma anche nella guida. Ora il marchio del gruppo Daimler AG ha rimediato lanciando un nuovo cambio automatico che ha fatto impallidire quello della versione precedente, che era lento e con fastidiosi 'strattoni' a ogni passaggio di marcia. A sei rapporti e doppia frizione twinamic, è un piccolo gioiello di tecnologia; lo ha fornito la tedesca Getrag, ed effettua cambi puntuali e confortevoli. Non solo: il twinamic può essere utilizzato anche manualmente, spostando la corta leva a sinistra e muovendola in avanti per salire di rapporto o all’indietro per scalare. Con 589 euro, inoltre, è possibile acquistare il pacchetto sportivo che comprende i comandi al volante che sono di serie per la Sport edition e la Proxy. Per ora, la Smart Fortwo automatica è a listino solo con il tre cilindri aspirato da 71 CV (da 13.780 euro), ma tra giugno e settembre 2015 il modello a doppia frizione sarà esteso a tutte le versioni, compresa la 90 turbo con motore 900. COMODA COME SEMPRE La Fortwo my 2015 conserva le caratteristiche che ne hanno decretato il successo. Facilità di parcheggio (è sempre lunga 269 cm), diametro di sterzata da record di 6,95 metri tra marciapiedi che consentono inversioni in un fazzoletto, ma anche più comoda, grazie ai 10 cm in più in larghezza che hanno consentito di rendere più morbidi gli ammortizzatori senza compromettere la stabilità. A ciò si aggiungono alcuni dispositivi di sicurezza degni di una berlina premium come, per esempio, l’allarme di pericolo collisione o l’avviso mantenimento corsia, oltre all’assistenza per mantenere l’assetto in condizioni di vento laterale. Unico neo: lo sterzo regolabile in profondità e altezza è inspiegabilmente a pagamento (277 euro). Per una vettura che, nella versione automatica, costa 13.780 euro (per la base Youngster), è un’assenza non giustificabile. [gn_jcarousel source="cat=%blog%" ] BAGAGLIAIO SDOPPIATO Dietro non è cambiata la conformazione del portellone diviso in due: il lunotto si apre separatamente verso l’alto, mentre la parte inferiore ha l'apertura verso il basso e regge fino a 100 kg di peso. La capienza non è certo un primato, ma buona considerato che è una due posti: 260 litri che diventano 350 se si considera come soglia il tetto. Nell’abitacolo, però, ci sarebbe piaciuto avere qualche vano in più per i piccoli oggetti. PER GIOVANI, ANCHE NEOPATENTATI La nuova generazione di Smart è ora disponibile con il motore da 60 CV, versione realizzata per i neopatentati, che però non è a listino con il cambio automatico. E rivolto ai giovani è l’obiettivo del nuovo sistema di infotainment, che utilizza lo smartphone per garantire una personalizzazione massima (e abbattere i costi, per esempio, rispetto a un navigatore tradizionale), come già visto sulla nuova Renault Twingo. PRESTAZIONI La presentazione stampa della versione automatica è avvenuta sulle strade di Palermo: poco più di un centinaio di km per saggiare la bontà delle sospensioni e della tenuta e la rapidità del cambio automatico. A bordo, quei 10 cm in più si avvertono: non si viaggia più con il gomito a contatto con quello del passeggero. La città è l’elemento naturale per la due posti tedesca, che si conferma come una delle auto più agili e con una perfetta tenuta di strada. La assistono ottimamente lo sterzo servoassistito (di serie) e le dimensioni molto compatte. Il cambio twinmatic volta decisamente pagina rispetto al vecchio: veloce e preciso, consente cambi rapidi con una buona prontezza nella risposta. Tanto che si vorrebbe qualcosa di più dal piccolo tre cilindri che a dire il vero non è brillantissimo. In compenso, scegliendo la modalità Economy (il tasto è alla sinistra della base della leva del cambio), in alternativa alla Sport, lo scalo delle marce è anticipato e la guida più rilassata, consentendo così di risparmiare carburante (la Casa dichiara 24 km/l per l’automatica da 70 CV). Obiettivo alla base dello Start&Stop, che riavvia prontamente l’auto quando si lascia il pedale del freno.

Correlati

Potresti esserti perso