Jeremy Menez Firma 150404172635
CAMPIONATO 4 Aprile Apr 2015 1726 04 aprile 2015

Serie A, la Lazio blinda la Champions: il Milan rinasce, crisi Inter

Biancocelesti inarrestabili: 3-1 a Cagliari. Menez trascina i rossoneri a Palermo. Mancini frena col Parma.

  • ...

Andrea Ranocchia esce tra i fischi al termine del match col Parma.

La risposta della Lazio al successo romanista sul Napoli. La vittoria tutta cuore del Milan a Palermo. E la crisi senza fine dell'Inter, uscita tra i fischi di San Siro dopo il desolante 1-1 col Parma. Sono questi i principali verdetti dei match pomeridiani della 29esima giornata, concentrata in un sabato pasquale che ha segnato pure la resurrezione del Cesena contro il Verona e l'avvicinarsi inesorabile della retrocessione per il Cagliari.
SETTIMO SIGILLO PER PIOLI. I rossoblù non hanno demeritato contro gli uomini di Pioli, ma il 3-1 finale dei biancocelesti (a segno Klose, Biglia su rigore e Parolo, inutile il pari momentaneo di Sau), affossa ancor più le speranze di salvezza di Zeman. Mentre la rincorsa della Lazio al secondo posto procede senza sosta: Mauri e compagni sono al settimo successo di fila.
MENEZ TRASCINATORE. Jeremy Menez ha, invece, regalato una boccata d'ossigeno a Pippo Inzagi, fissando con una progressione devastante la rete del 2-1 al Barbera, dopo che Dybala dal dischetto aveva pareggiato il vantaggio rossonero di Cerci. Il francese è ora capocannoniere del torneo assieme a Tevez, a quota 16 centri.
L'INTER ESCE TRA I FISCHI. Fischi San Siro per un'Inter brutta e ormai rassegnata a fare a meno dell'Europa nella prossima stagione. La rete di Guarin dalla distanza è stata vanificata dal perentorio stacco di testa dell'albanese Lila. Tutto nella prima frazione di gioco.
MANCINI FURIBONDO: IN CAMPO A PASQUA. Furibondo al 90' Roberto Mancini: «Mi dispiace che la situazione invece di essere migliorata sia peggiorata. Evidentemente la colpa è mia: non riesco a spiegarmi. Intanto però ho annullato il giorno di riposo previsto, a Pasqua la squadra si allena. L'appuntamento è alle 8.30».
Negli altri incontri, il Torino, grazie ai gol di Quagliarella e del solito Glik, al settimo centro stagionale, si è imposto a Bergamo per 2-1: all'Atalanta non è bastata la meravigliosa rete in sforbiciata di Pinilla.
L'ETERNO TONI NON BASTA. Pari pirotecnico a Verona tra Hellas e Cesena, coi gialloblù avanti di tre reti, due delle quali firmate da un maestoso Luca Toni. Nemmeno la prodezza di Juanito Gomez è servita a Mandorlini per tornare a casa coi tre punti, vista l'incredibile rimonta del Cesena, siglata dalle reti di Carbonero, Brienza e Succi. Pari per 1-1 a Marassi tra Genoa e Udinese, a segno De Maio e Thereau, mentre al Sassuolo è bastato un rigore di Berardi per avere la meglio sul Chievo a Reggio Emilia.

Correlati

Potresti esserti perso