Palacio Juventus 150411225400
CALCIO 11 Aprile Apr 2015 2320 11 aprile 2015

Serie A, Icardi-Palacio show: Hellas Verona-Inter 0-3

Il tandem argentino si scambia gol e assist. Toni sbaglia un rigore. E un autogol di Moras chiude il match. Mancini torna al successo in vista del derby col Milan.

  • ...

L'attaccante dell'Inter Rodrigo Palacio, protagonista del successo al Bentegodi contro l'Hellas Verona.

Una grigliata all'argentina per spezzare il digiuno dalla vittoria. Con l'Hellas l'Inter ritrova in un colpo solo un successo che mancava da cinque gare in campionato, un cinismo dimenticato da tempo e l'alchimia giusta tra i suoi punteri Icardi e Palacio, mai tanto scintillanti insieme quest'anno. Un tango dolcissimo per le orecchie di Mancini in vista del derby del 19 aprile anche se, uniche note stonate nella serata del bentegodi, due gialli evitabili vieteranno la stacittadina a Guarin e Brozovic.
ICARDI SEGNA TRA LE POLEMICHE. La serata del rilancio interista comincia tuttavia tra le polemiche. Al 10' D'Ambrosio scende sulla corsia di destra inseguito da Tachtsidis, sterzata del terzino interista e il greco si accascia (forse un fastidio alla coscia destra) e resta a terra. Questione di un attimo: la difesa veronese pensa che l'Inter butti fuori la palla, i nerazzurri proseguono. La palla arriva a Palacio, cross basso e Icardi arriva prima di tutti realizzando il 20esimo gol stagionale. Il Bentegodi si trasforma in un fischio unico verso i nerazzurri, Mandorlini è una furia mentre qualcuno dell'Hellas prova protestare con Tagliavento. Nulla da fare.
Nonostante il gol scalda-animi la partita non decolla dal punto di vista tecnico. Di occasioni, alla mezz'ora, non se ne ha traccia. Per vederne una bisogna arrivare al 36’, quando Palacio si libera di Moras, spostandolo con l’anca e partendo rapido. L'apertura per Brozovic è intelligente, il diagonale del croato meno visto che si spegne sul fondo.
PALACIO COME UN LAMPO. Il secondo tempo riparte senza novità, ma bastano 3 minuti per crearne una. Guarin riconquista una palla al limite della propria area, la cede a Hernanes che porta avanti l'idea. Lo scarico è per Icardi che diventa assistman per Palacio: cross basso e Rodrigo anticipa tutti. È 2-0, quasi senza accorgersene. I due argentini viaggiano che è una meraviglia, un gol a testa e un assist reciproco ciascuno. Il Verona senza sapere bene come, deve rincorrere il doppio svantaggio.
MIRACOLO HANDA: TONI SBAGLIA IL RIGORE. L'occasione per accorciare le distanze arriva dal dischetto. L'intervento di Vidic su Greco pare innocuo ma Tagliavento fischia il rigore. Handanovic però nega a Toni la gioia della 16esima marcatura in campionato e sgonfia una volta per tutte le velleità di rimonta dell'Hellas. E il simbolo delle energie evaporate è l'intervento molle e maldestro di Moras sul cross di D'Ambrosio che si trasforma nell'autotete della sentenza.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso