Motori 16 Aprile Apr 2015 1040 16 aprile 2015

Quanto guadagna autista Uber

La innovativa App Uber, nata negli Stati Uniti e subito diffusasi in tutto il mondo, rappresenta una efficace ed economica alternativa ai taxi tradizionali, ed offre la possibilità, non solo ad autisti professionali, ma anche a persone comuni, di guadagnare, trasportando persone che richiedono un passaggio.

  • ...

Opportunità di guadagno con la App Uber La innovativa App Uber, nata negli Stati Uniti e subito diffusasi in tutto il mondo, rappresenta una efficace ed economica alternativa ai taxi tradizionali, ed offre la possibilità, non solo ad autisti professionali, ma anche a persone comuni, di guadagnare, trasportando persone che richiedono un passaggio. Diventare autista Uber è semplice, economico e redditizio: basta rispettare alcuni semplici paramentriecaratteristiche, non sono previsti né costi di attivazione del servizio né canoni mensili e soprattutto Uber trattiene solo il 20% dell’incassato quindi tutto il resto rimane nelle vostre tasche! Occorre notare che i guadagni si differenziano in base alle tipologie di licenze: la UberBlack, riservata alle agenzie di noleggio auto con autista professionale e la UberPop, dedicata agli autisti comuni che mettono a disposizione la propria automobile come se fosse un taxi.  Per gli autisti Uber Pop i guadagni si aggirano intorno ai cinquanta centesimi a chilometro percorso al netto della percentuale dovuta ad Uber. In sostanza se si percorrono cento chilometri si portano a casa cinquanta euro ai quali vanno sottratte le spese per il carburante (dati tabelle Aci). Diversi sono i guadagni per gli autisti con una licenza, che possono accedere al livello superiore previsto da Uber, ovvero Uber Black. In questo caso, al netto delle spese e della percentuale dovuta ad Uber si possono portare a casa anche cifre comparabili ad uno stipendio interessante intorno ai duemila euro mensili. Una volta entrati in Uber si viene dotati di uno smartphone ed avviene tutto tramite l’App. E’ un passaggio importantissimo perché non solo gli appuntamenti e le corse vengono presi tramite l’App, ma anche i pagamenti avvengono solo con carta di credito. Pagamenti in contanti non sono ammessi e anzi rappresentano delle vere e proprie infrazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati