Motori 20 Aprile Apr 2015 1532 20 aprile 2015

Sanzione per omessa segnalazione del pericolo

Al Titolo V, dell'articolo 153 del Codice della Strada, sull'uso dei dispositivi di segnalazione visiva e di illuminazione dei veicoli a motore e dei rimorchi, si legge che:

  • ...
Sanzioni

Al Titolo V, dell'articolo 153 del Codice della Strada, sull'uso dei dispositivi di segnalazione visiva e di illuminazione dei veicoli a motore e dei rimorchi, si legge che:

1)  Da mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del suo sorgere, ed anche di giorno nelle gallerie, in caso di nebbia, di neve, di forte pioggia ed in ogni altro caso di scarsa visibilità, durante la marcia dei veicoli a motore e dei veicoli trainati, si devono tenere accese le luci di posizione, le luci della targa e, se prescritte, le luci di ingombro.

2) I conducenti devono accendere i proiettori anabbaglianti quando: - stanno per incrociare altri veicoli

- seguono un altro veicolo a distanza ravvicinata

3) L'uso dei dispositivi di segnalazione visiva è obbligatorio anche durante la fermata o la sosta, a meno che il veicolo sia reso pienamente visibile dall'illuminazione pubblica o venga collocato fuori dalla carreggiata.

4) Nei centri abitati, durante la sosta al margine della carreggiata, i veicoli a motore, e loro rimorchi se agganciati, possono essere segnalati, utilizzando al posto delle luci di posizione, le luci di sosta poste dalla parte del traffico.

5)  I conducenti dei veicoli a motore devono azionare la segnalazione luminosa di pericolo: - nei casi di ingombro della carreggiata - durante il tempo necessario a collocare e riprendere il segnale mobile di pericolo

- quando per avaria il veicolo è costretto a procedere a velocità particolarmente ridotta - quando si verificano improvvisi rallentamenti o incolonnamenti - in tutti i casi in cui la fermata di emergenza costituisce pericolo anche momentaneo per gli altri utenti della strada.

Il codice sopra riportato è solo una parte del codice originale, tuttavia consultabile integralmente anche online sui siti web predisposti.

Chiunque viola anche una sola delle norme sopra riportate, incorre in una sanzione pecuniaria che, a seconda dell'omissione commessa, può variare da un minimo di 45,00 Euro ad un massimo di 168.

Correlati

Potresti esserti perso