Motori 24 Aprile Apr 2015 1225 24 aprile 2015

Come registrare auto straniera in Italia

Per trasferire in Italia un veicolo acquistato all'estero occorre immatricolare il veicolo all'ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC) e iscriverlo al Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

  • ...

Immatricolazione auto straniere: come fare. Per trasferire in Italia un veicolo acquistato all'estero occorre immatricolare il veicolo all'ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC) e iscriverlo al Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Le modalità da seguire sono le stesse sia in caso di veicolo nuovo, ovvero nuovo di fabbrica di produzione UE mai immatricolato, oppure un veicolo già immatricolato in un Paese UE che non ha percorso più di seimila chilometri, sia in caso di veicolo usato, ovvero un veicolo già immatricolato in un Paese UE che ha percorso più di seimila chilometri. Solitamente quando, quando si acquista un auto di produzione straniera presso un concessionario, sarà questo soggetto a provvedere all’immatricolazione. Se il veicolo invece è già stato immatricolato all'estero, spetta al nuovo proprietari adempiere alle dovute formalità per la re-immatricolazione in Italia. Innanzitutto è necessario rivolgersi all'ufficio provinciale della Motorizzazione Civile(UMC) per verificare che la documentazione tecnica sia in regola ed idonea, ed accertare il rispetto degli obblighi fiscali, ovvero il pagamento dell'iva. Successivamente si può richiedere l'immatricolazione all'UMC e l'iscrizione del veicolo in Italia al PRA. Solo nel caso di auto nuova o usata, importata in Italia da un paese facente parte l'UE, è possibile rivolgersi allo Sportello Telematico dell'Automobilista (STA) sia per immatricolare che per e iscrivere al PRA il veicolo, ed accelerare quindi le tempistiche.

Correlati

Potresti esserti perso