Giocatori Carpi Festeggiano 150428231200
CALCIO 28 Aprile Apr 2015 2256 28 aprile 2015

Carpi, il pari più bello: la Serie A è realtà

Basta lo 0-0 col Bari per la promozione con quattro giornate d'anticipo: esplode il Cabassi.

  • ...

I giocatori del Carpi festeggiano la promozione in Serie A.

Non poteva esserci che lieto fine per la splendida favola del Carpi, promosso in Serie A per la prima volta nella sua storia con quattro giornate d'anticipo. L'ufficialità dell'aritmetica è arrivata al termine del confronto tra gli emiliani di Fabrizio Castori e il Bari, finito 0-0. Al Carpi sarebbe bastato un punto per centrare la promozione, ma vista la contemporanea sconfitta del Vicenza a Brescia anche con un ko gli emiliani sarebbe saliti nella massina serie.
LA SCALATA DALLA D. Grande soddisfazione per il tecnico Castori, alla nona promozione personale, ma anche per una società che nel 2010 era in serie D ed è salita in A dopo appena due anni di cadetteria. Anche se non ha segnato, la partita l'ha fatta il Carpi, che ha sfiorato più volte il vantaggio nel corso di un match anche difficile per la forte pioggia caduta nel secondo tempo. Meno motivazioni per il Bari, che ha ancora solo piccola speranza di rientrare in zona playoff.
IL CARPI PARTE FORTE. Nicola si affida al 4-3-3 senza Rinaudo e Minala. De Luca e Galano sono in panchina, spazio a Caputo, Boateng e Romizi. Nel Carpi Mbakogu al centro dell'attacco con Poli che prende il posto dello squalificato Letizia. Inizia forte la squadra di casa e al 5' Guarna deve respingere su Gagliolo. Il portiere ospite deve ancora intervenire all'8' per respingere la punizione di Porcari. Le notizie che arrivano da Brescia dopo lo svantaggio del Vicenza permetterebbero al Carpi di essere promosso anche perdendo, ma non rallentano l'intraprendenza della squadra di casa che tiene il pallino del gioco senza però riuscire a superare l'attenta retroguardia ospite. Timidi tentativi offensivi del Bari dopo la mezz'ora, ma le iniziative di Bellomo e Defendi non impensieriscono Gabriel.
BARI SPENTO E GABRIEL INOPEROSO. A inizio ripresa Mbakogu parte da solo, ma Camporese si salva in angolo. Il Carpi non ha difficoltà a tenere sotto controllo la situazione, i tentativi offensivi del Bari sono innocui. Mbakogu, uno dei grandi protagonisti di questa stagione con 14 gol segnati, cerca più di tutti la via della rete, ma senza fortuna. Ci prova Lollo da lontano al 39', Guarna è attento. Nel finale meglio il Bari, con il Carpi che aspetta solo il fischio finale di Pairetto. Gabriel si salva su Donati e ancora il portiere brasiliano si ripete su Bellomo. Sono le 22.24 quando finisce la partita e sotto la pioggia inizia la festa del Carpi promosso in A.

Correlati

Potresti esserti perso