Motori 29 Aprile Apr 2015 1553 29 aprile 2015

Sanzione per incidente con animali d'affezione

L'articolo 189 del Codice della Strada, attualmente in vigore, obbliga a fermarsi e a porre in essere ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali, siano essi d'affezione, da reddito o protetti.

  • ...
Sanzione animali d'affezione

L'articolo 189 del Codice della Strada, attualmente in vigore, obbliga a fermarsi e a porre in essere ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali, siano essi d'affezione, da reddito o protetti.

Gli animali d'affezione sono i cani e i gatti, quelli da reddito sono gli animali detenuti a scopo di lucro, ovvero, quelli di allevamento e gli animali protetti sono quelli di fauna omeoterma.

La sanzione prevista è rigida non solo per coloro che non soccorrono gli animali coinvolti in un incidente stradale, ma anche per le terze parti coinvolte in esso. Nello specifico, chi ha causato l'incidente e non soccorre l'animale ferito rischia una pena pecuniaria che va dagli 389 ai 1.559 Euro. Le terze parti coinvolte, rischiano una pena pecuniaria che va da un minimo di 78 ad un massimo di 311 Euro. E' obbligo, dunque, del conducente, responsabile dell'incidente, segnalare l'accaduto a chi di dovere, ad esempio il veterinario o le forze dell'ordine, ed attivarsi per il suo soccorso.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso