Motori 30 Aprile Apr 2015 1717 30 aprile 2015

Come funziona la frizione della moto

Normalmente nelle moto la frizione risulta essere aperta attraverso una leva. Quest’ultima solitamente è posta sulla maniglia di sinistra del manubrio. Invece, negli scooter senza marce, nelle motoseghe e nei vari altri utensili che hanno il motore a combustione, si utilizzano le frizioni automatiche. Queste per effetto di masse soggette alla centrifuga riescono a permettere il proprio innesto; tutto questo ha luogo quando la velocità angolare oltrepassa un determinato limite

  • ...

Motocicletta Normalmente nelle moto la frizione risulta essere aperta attraverso una leva. Quest’ultima solitamente è posta sulla maniglia di sinistra del manubrio. Invece, negli scooter senza marce, nelle motoseghe e nei vari altri utensili che hanno il motore a combustione, si utilizzano le frizioni automatiche. Queste, per effetto di masse soggette alla centrifuga, riescono a permettere il proprio innesto; tutto questo ha luogo quando la velocità angolare oltrepassa un determinato limite. Esiste poi la frizione antisaltellamento, questa specifica tipologia di frizione è utilizzata sulle moto. Si differenzia dalla frizione normale per il fatto che nell’ipotesi che il freno motore sia troppo elevato, la frizione slitta per evitare che la ruota posteriore si blocchi. Esiste poi il motore a doppia frizione della Honda VFR 1200 F. Questo sistema rende possibile ingranare due rapporti contemporaneamente (di due distinti gruppi, di cui uno contiene le marce pari e l’altro quelle dispari). Ma solamente uno di questi trasmette il moto, poichè il secondo è lasciato ruotare liberamente. Tutto questo ha luogo perché la frizione che comanda questo secondo ingranaggio lo rende svincolato dall’albero.

Correlati

Potresti esserti perso