Tevez 150505223708
CALCIO 5 Maggio Mag 2015 2215 05 maggio 2015

Champions League, Juventus-Real Madrid 2-1

Vittoria dei bianconeri nella semifinale d'andata. Gol di Morata e Tevez.

  • ...

Carlos Tevez, autore del 2-1 contro il Real.

Il primo round è della Juventus, Berlino è più vicina, ma il Real Madrid potrà riprovarci tra una settimana.
Nella semifinale d'andata di Champions League i bianconeri hanno battuto 2-1 i blancos grazie ai gol di Morata e Tevez su rigore. Agli spagnoli non è bastato il momentaneo pareggio di Cristiano Ronaldo.
JUVE SPAVALDA. Grande prestazione per la squadra di Massimiliano Allegri, che ha giocato senza paura mettendo in difficoltà i campioni in carica per tutta la partita. Peccato solo per quel gol subito in casa che potrebbe pesare nella gara di ritorno.
VANTAGGIO DI MORATA. Parte fortissima la Juve, alzando subito i ritmi e mettendo pressione alle merengues, complice anche un errore di Casillas non sfruttato da Vidal che reclama un contatto dubbio in area. Poco dopo arriva il gol del vantaggio: tiro di Tevez respinto corto da Casillas e tap-in vincente di Morata che fa esplodere lo Stadium.
RONALDO PAREGGIA, TRAVERSA DI RODRIGUEZ. La partita sembra mettersi in discesa per la Juve, ma il Real reagisce da grande squadra e guadagna metri scaldando i guanti a Buffon in un paio di occasioni. Sono le prove generali del pareggio, che arriva al 27' grazie al colpo di testa di Ronaldo, lasciato colpevolmente solo dalla difesa bianconera su cross da destra di Rodriguez. Quest'ultimo spaventa i bianconeri poco prima dell'intervallo colpendo la traversa da due passi, ultima emozione di un primo tempo equilibrato e combattuto.
RIGORE DI TEVEZ. La ripresa si apre all'insegna del nervosismo, con molti falli e azioni spesso interrotte a centrocampo. Ma al 56' Tevez si invola in contropiede verso la porta avversaria e viene steso in area: è rigore. Dagli 11 metri l'argentino fulmina Casillas per il 2-1 bianconero.
Dopo il nuovo vantaggio, Allegri cerca più solidità difensiva inserendo Barzagli per l'ottimo Sturaro, poi Llorente per Morata e Pereyra al posto di Tevez. Sul fronte opposto Ancelotti gioca le carte Hernandez e Jesé, ma sbaglia a lasciare in campo il disastroso Ramos.
LA JUVE RESISTE. Nell'ultimo quarto d'ora il Real fa più possesso palla nella trequarti della Juve, che però resiste con ordine e rischia addirittura di segnare il 3-1 in contropiede. Finisce con gli applausi meritati per i bianconeri, Vidal su tutti, autori di una prestazione che fa ben sperare in vista della gara di ritorno al Bernabeu.

Tweet riguardo #JuveReal

Articoli Correlati

Potresti esserti perso