Mourinho Chelsea 140430130418
CALCIO 5 Maggio Mag 2015 1729 05 maggio 2015

Mourinho, in arrivo contratto faraonico dal Chelsea

L'allenatore portoghese verso la riconferma fino al 2019 dopo la conquista della Premier League. Il suo stipendio il più alto di sempre.

  • ...

L'allenatore del Chelsea José Mourinho.

Un nuovo, faraonico contratto quadriennale non attende altro che la firma di José Mourinho.
Le indiscrezioni trapelate dal quartier generale del Chelsea farebbero dell'allenatore portoghese il tecnico più pagato al mondo. Manca ancora l'ufficialità, ma l'accordo tra le parti sarebbe già stato trovato.
La notizia è stata diffusa dallo stesso Mourinho, subito dopo la vittoria sul Crystal Palace che ha garantito ai suoi la matematica conquista del campionato: «Non sono qui pensando al prossimo cambio, non voglio andarmene. Sono qui per restare. Appartengo al Chelsea così come il Chelsea appartiene a me. Ho dato tanto al Chelsea, ma anche il Chelsea mi ha dato tanto».
«RESTERÒ FINCHÈ ABAMOVICH VORRÀ». I rapporti con il patron Roman Abramovich sono tornati idilliaci e ora Mou sogna di restare a Londra per altri 12 anni, magari prima di sedere sulla panchina della nazionale portoghese. «Resterò qui fino a quando il signor Abramovich lo vorrà. Il giorno che mi dirà di andarmene, me ne andrò. È lui l'uomo che ha vinto tutto con il Chelsea, alcuni giocatori e manager hanno vinto determinati titoli, lui è l'unico che ha vinto tutto», ha spiegato ancora Mourinho.
DETTAGLI TOP SECRET. I dettagli economici del nuovo contratto sono però ancora top secret. Nell'estate del 2013, dopo l'esperienza in Spagna sulla panchina del Real Madrid, Mourinho era tornato al Chelsea con un contratto quadriennale del valore di 14 milioni di euro lordi annui. Con ogni probabilità il nuovo accordo lo renderà ancora più ricco (si parla di 16 milioni a stagione).
La squadra del resto ha vinto il campionato dopo un mercato in attivo, e in Premier League non succedeva da otto anni che un club vincesse con i conti in ordine.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso